Coronavirus: il Consiglio federale licenzia un’ordinanza di necessità concernente la concessione di crediti e fideiussioni solidali da parte della Confederazione

Nella sua seduta straordinaria del 25 marzo 2020, il Consiglio federale si è occupato del sostegno in termini di liquidità alle PMI. Esse devono ottenere rapido accesso ai crediti per sopperire alla mancanza di liquidità causata dal coronavirus. La richiesta di crediti, garantiti dalla Confederazione, deve essere presentata preferibilmente alla propria banca. La relativa ordinanza entra in vigore il 26 marzo 2020; da questa data è possibile presentare le richieste di credito.


Informazioni generali su fideiussioni per PMI

L’accesso ai crediti bancari non è sempre facile. La Confederazione sostiene diverse cooperative di fideiussione utili per le PMI.

La creazione o lo sviluppo di un'azienda richiede spesso un’importante ricerca di capitale. Per ottenere questi fondi, gli imprenditori possono cercare degli investitori esterni oppure decidere di richiedere un prestito bancario.

Le cooperative di fideiussione, che sono riconosciute e sostenute finanziariamente dalla Confederazione, consentono alle PMI di ottenere dei crediti bancari più facilmente. In effetti, queste organizzazioni possono fornire delle garanzie alle banche che prestano i soldi alle aziende. In Svizzera attualmente ci sono tre cooperative di fideiussione regionali e una struttura nazionale dedicata alle donne:

Queste cooperative garantiscono dei crediti che possono andare fino a 1 milione di franchi. La Confederazione prende a carico il 65% di un eventuale perdita e partecipa alle spese amministrative delle organizzazioni.

Le richieste di fideiussione devono essere inviate direttamente alle cooperative di fideiussione competenti.

 


Informazione

Ultima modifica 04.05.2020

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/savoir-pratique/finances/financement/aides-publiques-pour-le-financement/cautionnement.html