Il Registro delle imprese e degli stabilimenti (RIS) e il Numero d’identificazione delle imprese (IDI)

Il RIS e l’IDI sono utilizzati dalle amministrazioni per identificare le PMI. Scoprite quando anche le imprese si servano di questi identificativi.

Sotto il controllo dell’Ufficio federale di statistica (UST), il Registro delle imprese e degli stabilimenti (RIS) si occupa della totalità delle imprese e degli stabilimenti di diritto pubblico e di diritto privato che hanno sede in Svizzera. Il numero d’identificazione delle imprese (IDI) mira ad identificare le imprese in maniera univoca, al fine di semplificare e rendere più sicuri gli scambi d’informazioni nei processi amministrativi e nei lavori statistici.

Registro delle imprese e degli stabilimenti (RIS)

Il Registro delle imprese e degli stabilimenti contiene tutte le unità locali e tutte le imprese che generano un’attività economica in Svizzera. Le informazioni principali sono attualizzate in maniera permanente dall’UST. Il RIS è utilizzato a fini statistici, così come per bisogni di ricerca, pianificazione e per rispondere a domande specifiche della Confederazione. Il RIS è un registro statistico che, conformemente alla legge, non è pubblico.

Numero d’identificazione delle imprese (IDI)

Dal gennaio 2011, ogni impresa attiva in Svizzera si vede attribuire un numero d’identificazione delle imprese. L’IDI permette alle imprese di identificarsi al momento di un contatto con le autorità grazie ad un unico numero. L’obiettivo è di ridurre i vari numeri d’identificazione utilizzati nell’amministrazione pubblica per far posto ad un unico numero d’identificazione. Gli scambi d'informazioni tra amministrazioni, tra le imprese e le amministrazioni e tra le imprese stesse verranno facilitati in tal modo. Inoltre, l’attualizzazione dei dati verrà fatta su un unico registro di riferimento, in modo che l’onere amministrativo legato all’aggiornamento dei dati verrà considerevolmente alleggerito.

Il 1 gennaio 2014, l’IDI è diventato il numero d’identificazione delle imprese valido per il registro di commercio (RC) e per l’imposta sul valore aggiunto (IVA). La gestione di un numero solo rappresenta uno sgravio amministrativo per oltre 280'000 imprese iscritte ai due registri. L'integrazione degli altri servizi IDI (per esempio, l'amministrazione federale delle dogane o le casse AVS) si farà progressivamente entro la fine del 2015, sempre in conformità con le basi legali.

Per consultare l’IDI, l’UST mette a disposizione del pubblico un registro centrale d’imprese, denominato “Registro IDI”. È accessibile al pubblico su Internet, nel rispetto delle disposizioni in fatto di protezione dei dati.

Ottenere un IDI

L’IDI viene attribuito automaticamente al momento dell’iscrizione ad un registro amministrativo connesso al sistema IDI. Un’impresa che si iscrive al RC o che è soggetta all’IVA non deve quindi più iscriversi presso l’UST per vedersi attribuire un IDI. Le entità che iniziano un’attività economica e che corrispondono alla definizione di entità IDI, possono vedersi attribuire un IDI direttamente dall’UST. L’iscrizione al registro IDI è gratuita per le imprese.

Per ottenere un IDI, è possibile scaricare il formulario ad-hoc sulla pagina seguente:

Fonti: UST, giugno 2014


Informazione

Ultima modifica 26.03.2018

Inizio pagina

easygov Logo e link per lo sportello online per le imprese
https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/consigli-pratici/costituire-una-pmi/costituzione-d-impresa/registro-idi.html