I rischi legati all’import-export

L’import-export comporta un certo numero di rischi che le PMI non devono dimenticare. I più importanti concernono le esportazioni.

Le PMI devono essere attente ai rischi relativi all’importazione come all’esportazione. L’Assicurazione svizzera contro i rischi delle esportazioni copre i rischi politici, di svalutazione credito, di trasferimento ed i casi di forza maggiore. I rischi legati all’importazione concernono le procedure da effettuare prima, durante e dopo il passaggio doganale. È possibile limitare questi rischi rivolgendosi ad agenti di transito.

Rischi dell'esportazione

La maggior parte dei rischi dell'esportazione sono catalogati sul sito internet dell'Assicurazione svizzera contro i rischi delle esportazioni (SERV).

A questi si deve aggiungerne altri non coperti dalla SERV. Ecco un riassunto dei principali rischi in cui le imprese esportatrici svizzere possono incorrere:

  • Rischi politici. Sono considerati rischi politici tutte le misure di stato straordinarie ed eventi politici accaduti all'estero come le guerre, le rivoluzioni, le annessioni di territorio, i disordini civili, gli embarghi, le nazionalizzazioni, ecc. Tali situazioni possono in particolare comportare un'impossibilità di pagamento da parte del debitore, così come la perdita, la confisca o il deterioramento della merce.
  • Rischi di trasferimento. I rischi di trasferimento concernono delle misure prese dal governo o da una banca centrale sul mercato dei cambi, che mettono un debitore nell'impossibilità di acquistare valute e quindi di procedere al pagamento della merce (misure anti-indebitamento o di riprogrammazione, ad esempio).
  • Rischi di svalutazione credito. Il rischio di svalutazione (o rischio commerciale) consiste nell'insolvibilità o il mancato pagamento da parte del debitore o del suo garante. Questo può comportare un problema di liquidità per l'impresa esportatrice, impedendole poi di accettare nuove comande a causa della mancanza di mezzi di produzione.
  • Casi di forza maggiore. Le cause di forza maggiore sono degli avvenimenti imprevisti (catastrofi naturali, guerre, ecc.) che impediscono la consegna della merce o che se ne possa esigere l'esecuzione.
  • Rischi di cambio. Il rischio di cambio è legato alla variazione del corso del franco svizzero rispetto alla valuta di fatturazione dell'esportazione. Più il franco è forte, più i margini sull'esportazione in valuta estera si riducono, e viceversa.
  • Altri rischi. Esistono molti altri rischi che possono sopraggiungere nel corso delle esportazioni, come i rischi di incendio, di trasporto, ecc.

I rischi politici, di trasferimento, di svalutazione del credito ed i casi di forza maggiore possono essere coperti dalla SERV. Gli altri devono essere assicurati presso istituti privati.

Rischi dell'importazione

I rischi dell'importazione sono legati principalmente alle procedure da compiere prima, durante e dopo il passaggio alla dogana della merce. Le imprese importatrici svizzere devono quindi fare attenzione a diversi elementi:

  • Dazi doganali. È consigliabile informarsi in anticipo sui dazi doganali da pagare al momento dell'importazione di merce in Svizzera. Per far questo, la cosa più semplice è informarsi presso il rivenditore sulla voce di tariffa applicabile al prodotto e consultare la tariffa doganale elettronica svizzera (Tares) per trovare l'ammontare dei dazi doganali, dell'IVA e delle altre eventuali tasse applicate dalle autorità doganali elvetiche.
  • Legislazione. Gli importatori devono tenersi aggiornati sulle regole giuridiche che si applicano alla merce importata, che variano da un prodotto all'altro (legge sulle derrate alimentari, prescrizioni veterinarie o fito-sanitarie, ecc.).
  • Contraffazione. Al momento dell'importazione è importante diffidare delle contraffazioni, il cui commercio è proibito in Svizzera. Questo rischio è particolarmente presente al momento dell'acquisto di prodotti su internet.
  • Tipo d'importazione. Le imprese d'importazione devono indicare chiaramente allo spedizioniere quale tipo d'importazione si desidera effettuare: importazione definitiva, temporanea, transito o altro.
  • Controllo delle fatture. Si raccomanda di controllare le fatture ricevute dopo l'importazione. Le ricevute doganali possono comportare ricorsi soltanto per i 60 giorni successivi all'importazione, presso l'Amministrazione federale delle dogane (AFD).

Per evitare di incappare in problemi al momento dell'importazione di merci in Svizzera, le imprese possono rivolgersi a dei professionisti del ramo come, ad esempio, degli spedizionieri. Questi conoscono generalmente tutte le tappe da seguire. È anche possibile ottenere delle informazioni presso la Segreteria di Stato dell'economia (SECO), Switzerland Global Enterprise(S-GE) o l'AFD.


Abbonati alla nostra Newsletter gratuita per conoscere le ultime novità (iscrizioni in alto a destra).


Informazione

Ultima modifica 19.04.2017

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/consigli-pratici/import-export/copertura-rischi-di-import-export/rischi-import-export.html