Certificazione e normalizzazione: l’offerta in Svizzera

Un uomo appone un timbro su un documento.

Prefissarsi degli standard di qualità è una necessità per le PMI. Norme, certificazioni, marchi e audit le aiutano in questo processo.

Che sia per valutare e attestare la qualità di un prodotto, di un servizio o di un sistema di gestione, le piccole e medie imprese svizzere dispongono di diversi strumenti. Questi sono garantiti da organi indipendenti. Il risultato di questo processo di valutazione, che può scaturire in una norma, un certificato o un label, costituisce una garanzia di qualità. L’impresa può farla valere nei confronti dei propri clienti, partner o investitori potenziali.

Il processo di normalizzazione si rivolge alle imprese che desiderano evidenziare le caratteristiche proprie di un prodotto o di un servizio. Consiste nel descrivere le specificità e le proprietà caratteristiche del prodotto o del servizio in questione in un documento (la norma). Questo processo viene elaborato in accordo con i diversi attori. Si tratta di un’iniziativa volontaria, contrariamente, per esempio, a un obbligo emanato da un cantone.

La certificazione di un prodotto, di un servizio o di un sistema di gestione implica la verifica che questo rispetti effettivamente dei criteri precedentemente definiti. Si attua in due tempi. Un primo controllo porta dei risultati che sono in seguito verificati da un organo indipendente. Può trattarsi del medesimo ente per entrambe le tappe, ma la seconda sarà necessariamente arricchita dal punto di vista di esperti supplementari.

Il marchio permette di attestare la qualità di un prodotto o di un servizio, prendendo idealmente in conto l’insieme della sua catena produttiva. La valutazione viene effettuata in funzione di criteri definiti precedentemente, secondo un processo partecipativo. Questi criteri possono essere ridefiniti regolarmente. Essi sono revisionati da un organo di controllo indipendente e accreditato a questo scopo. Alcuni label sono soggetti a certificazione, altri no.

I processi summenzionati sono sovente esaminati durante un audit. Questa procedura consiste in una perizia condotta da un organo indipendente che determina se il processo in questione è conforme ai criteri prestabiliti. L’audit può concernere i processi di produzione di un’impresa, ma anche la sua situazione finanziaria o il suo sistema di gestione. Oltre al ruolo di valutazione, l’audit permette pure di rilevare dei potenziali di miglioramento in seno a una PMI.

Fonti: labelinfo.ch, sqs.ch, iias.ch (marzo 2021)



Informazione

Ultima modifica 30.04.2021

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/consigli-pratici/gestire-una-pmi/certificazione-e-normalizzazione.html