La promozione economica della Svizzera

Una moneta svizzera, sullo sfondo un grafico delle quotazioni di borsa.

Allo scopo di mantenere l’attrattiva e la competitività delle imprese svizzere, la Promozione economica della Confederazione ha sviluppato una strategia per il periodo 2024-2027. Un maggiore impegno a sostegno delle PMI e delle regioni, ma anche della sostenibilità e della digitalizzazione, costituisce l’asse portante delle nuove misure.

Il Messaggio concernente la promozione economica negli anni 2024-2027 è stato approvato dal Consiglio federale il 25 gennaio 2023. Uno dei suoi scopi principali è quello di estendere lo sviluppo di strumenti di promozione economica il cui finanziamento era giunto a termine alla fine del 2023. Il Consiglio federale ha chiesto al Parlamento un investimento complessivo di 646,13 milioni di franchi.

Questi investimenti della Confederazione migliorano l’attrattiva e la competitività della piazza economica svizzera. In questo contesto, il rafforzamento dell’impegno in favore delle PMI e delle regioni, così come la valorizzazione delle tematiche legate allo sviluppo sostenibile e alla digitalizzazione, si rivelano elementi imprescindibili.

Cinque obiettivi

Per rafforzare e sostenere la piazza economica svizzera, la promozione economica della Confederazione punta su diverse misure:

  • migliorare le condizioni quadro delle PMI;
  • rafforzare le regioni;
  • contribuire allo sviluppo sostenibile;
  • cogliere le opportunità legate alla digitalizzazione;
  • rafforzare l’attrattività della piazza economica e turistica svizzera.

Sei focus finanziari

I sei progetti di decreti finanziari che il Consiglio federale ha sottoposto al Parlamento concernono l’e-government (E-government: le iniziative della SECO), l’ente proposto a promuovere l’innovazione nell’ambito del turismo Innotour, Svizzera Tourismo, il Fondo per lo sviluppo regionale, la promozione delle esportazioni e quella delle condizioni di insediamento delle imprese in Svizzera. Tali decreti mirano dunque a garantire il proseguimento del finanziamento e lo sviluppo degli strumenti utili a questi sei settori per gli anni 2024-2027.

Il Consiglio federale propone anche un decreto federale per l’attuazione del programma pluriennale 2024-2031 concernente la Nuova politica regionale.

Un accento sulla digitalizzazione e sulla sostenibilità

Fornire agli strumenti di promozione economica la via della digitalizzazione sembra essere imprescindibile nel contesto attuale. La piattaforma EasyGov.swiss, lo sportello online per le imprese è particolarmente interessante per le PMI. Il periodo 2024-2027 si prefigge di sviluppare l’offerta delle prestazioni di questo sportello in modo da sgravare le aziende a livello amministrativo.

La digitalizzazione nel settore del turismo è pure un importante obiettivo, così come lo sono lo sviluppo della promozione degli investimenti e lo sviluppo sostenibile. Ulteriori sforzi concernenti la digitalizzazione continueranno a essere messi in atto nell’ambito della nuova politica regionale (NPR), che si è imposta quale strumento di promozione presso i diversi attori. L’accento verrà posto anche sullo sviluppo sostenibile e sull’economia locale. Infine, l’offerta di sostegno all’economia d’esportazione verrà arricchita grazie ad attività promozionali congiunte all’estero.



Informazione

Ultima modifica 12.02.2024

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/savoir-pratique/politique-pme-faits-et-chiffres/politique-suisse-de-croissance.html