La successione familiare, il modello più diffuso

La successione familiare è il tipo di successione aziendale più diffuso in Svizzera. Può assumere varie forme a seconda della situazione.

La successione familiare implica che uno o più eredi del cedente riprendano, per intero o in maggioranza, la direzione operativa e/o il controllo finanziario dell'azienda. Per la realizzazione di una successione di questa tipologia, sono necessarie le seguenti condizioni:

  • Presenza del/dei successore/i nella famiglia dell'imprenditore che vuole riprendere l'azienda e che è in grado di farlo
  • Presenza di una fortuna personale sufficiente per compensare gli altri eredi
  • La successione è stata sufficientemente ben pianificata

La successione familiare è la soluzione più comunemente scelta nel contesto della successione aziendale, sebbene sia in diminuzione. Se ancora venti anni fa, sette società su dieci privilegiavano una successione all'interno della famiglia, fra qualche anno, questo rapporto passerà a solo un'azienda su quattro.

Tuttavia, la maggior parte degli imprenditori desidera trasmettere l'attività alla propria discendenza. I vantaggi di questa soluzione sono in effetti numerosi. In primo luogo, l'imprenditore è assicurato del fatto che l'opera della sua vita viene trasmessa ai suoi eredi, garantendo così una certa continuità all'attività, in più della soddisfazione personale di vedere il proprio bene perpetuato dai suoi discendenti. In secondo luogo, si evita la fastidiosa ricerca di un acquirente esterno o di soluzioni esterne alla cerchia familiare o ancora la liquidazione pura e semplice dell'attività. Inoltre, la fedeltà dei dipendenti è generalmente acquisita per gli eredi del fondatore dell'azienda, a condizione che questi ultimi abbiano avuto l'occasione d'investirsi negli affari dell'azienda prima di riprenderne la direzione.

La successione dell'azienda all'interno della famiglia presenta però alcuni rischi. Innanzitutto, come in ogni successione, può succedere che sorgano dei conflitti d'interessi tra i vari eredi. D'altra parte, non è raro che delle considerazioni emotive influenzino la valutazione delle capacità reali dell'erede. Un imprenditore, che di solito è razionale ed esigente, potrà facilmente fraintendere le qualità di gestione dei suoi figli e sovrastimare il loro potenziale. Un altro problema: il cedente lascia le sue funzioni, ma non si rassegna al suo nuovo statuto di pensionato e continua ad immischiarsi negli affari dell'azienda. Infine, gli eredi rischiano di conservare più a lungo del necessario i vecchi metodi di funzionamento e le strutture dell'azienda per inerzia o per paura di offendere i genitori. Queste minacce per il buon funzionamento e il futuro dell'azienda devono essere identificate in modo chiaro e affrontate consapevolmente. Quanto alle norme e ai regolamenti dell'organizzazione aziendale, questi
devono definire in modo esplicito i compiti, i diritti e i doveri del successore.

Modalità della successione familiare

  • Successione aziendale all'interno della famiglia. È il caso più diffuso di successione familiare. Il successore ottiene la direzione operativa dell'azienda e il controllo finanziario per mezzo di un trasferimento delle azioni (azionario maggioritario). Si tratta solitamente di una sola persona, ma può succedere che più eredi si dividano il controllo finanziario e la responsabilità della direzione, ad esempio in presenza di più fratelli.
  • Rilevamento della direzione da parte di un membro della famiglia. Il successore assume la direzione operativa dell'azienda, ma il controllo finanziario rimane nelle mani di altri membri della famiglia dell'imprenditore. Il nuovo direttore non ha alcuna partecipazione finanziaria nell'azienda, oppure solo come azionario minoritario.
  • Gestione esterna con controllo da parte della famiglia. La famiglia del cedente mantiene il controllo finanziario dell'azienda di cui rimane proprietaria, ma la direzione operativa viene affidata a un manager esterno al cerchio familiare. Questi può venire dall'azienda o dall'esterno. Questa soluzione può essere privilegiata se non si trova nessun erede all'interno della famiglia.

Conseguenze fiscali della successione familiare

Quando la successione di un'azienda si svolge all'interno della famiglia, si pongono una serie di domande relative al diritto dei regimi matrimoniali e al diritto successorio. Le modalità di successione possono cambiare a seconda dello statuto matrimoniale e familiare del cedente. Idealmente, il successore deve poter garantire il controllo economico dell'azienda che eredita. Gli altri eredi invece devono essere trattati in modo equo.

Per evitare gli inconvenienti legati alla distribuzione dell'eredità, può essere giudizioso elaborare al più presto un contratto successorio che determinerà in modo preciso l'ordine legale di successione e le parti dell'eredità devolute a ciascuno degli aventi diritto. Si potrà precisare anche l'erede legale dell'azienda, il prezzo di rilevamento, ma anche la distribuzione dei vari attivi, come le azioni o i beni immobili. Il contratto successorio deve essere attestato mediante atto notarile, in presenza delle persone interessate che devono dare il loro consenso. Si noti che le quote minime devolute agli eredi devono essere comunque prese in considerazione.

Fonte: UBS Outlook


Abbonati alla nostra Newsletter gratuita per conoscere le ultime novità (iscrizioni in alto a destra).


Ultima modifica 14.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/consigli-pratici/successione-cessazione-d-attivita/successione-aziendale/successione-di-un-azienda/successione-familiare.html