Incrementare le vendite con i social network

Un numero sempre più importante di clienti frequenta i social network. Le imprese devono assolutamente esservi attive.

I social network consentono d'interagire con i clienti, di convincerli della qualità dei suoi prodotti, di aumentare la visibilità online e di ottenere risultati migliori sui motori di ricerca. Il tutto senza spendere un franco: la maggior parte delle imprese gestisce i conti Facebook o Twitter all'interno, senza neanche assumere una persona dedita a tale compito.

Le cinque regole principali

Una presenza attiva sui social network richiede molto tempo, e non c'è alcuna garanzia di risultati concreti. Bisogna quindi ottimizzare il tempo ad essi consacrato rispettando le seguenti cinque regole:

  • Gli obiettivi devono essere chiari. La PMI vuole farsi conoscere come esperta del suo settore? Vuole attirare nuovi clienti? O desidera aumentare le vendite per mezzo della sua piattaforma di e-commerce?
  • Un nome facile da ricordare. L'ideale è scegliere il nome dell'impresa. Ma se è troppo lungo, si può scegliere un diminutivo. Questo deve essere corto e assomigliare al nome della società. Ad esempio, il nome del conto Twitter del New York Times è @nytimes.
  • Non vendere mai direttamente. Gli utenti utilizzano i social network per informarsi o distrarsi. Una proposta d'acquisto diretto rischia di turbarli. Bisogna mostrarsi più discreti: l'interazione con i clienti conduce naturalmente alla vendita dei prodotti o dei servizi. Un negozio alimentare potrebbe ad esempio avere una pagina Facebook piena di consigli sull'alimentazione e di ricette di cucina. Gli utenti avranno certamente voglia di andarci per trovare gli ingredienti tanto vantati online.
  • Una presentazione succinta e attrattiva. Sui social network, un'impresa ha solo poche parole per presentarsi. La sua introduzione deve quindi essere vivace, attrarre la curiosità del cliente e permettergli di farsi un'idea della sua offerta.
  • Creare un sito internet. I social network devono rinviare a un sito internet su cui i clienti possono ottenere maggiori informazioni sull'impresa e eventualmente acquistare i prodotti.

Che network scegliere?

Oggi, esiste una grande varietà di social network che corrispondono ciascuno a un tipo di clientela diversa. È quindi essenziale scegliere bene le piattaforme sulle quali la PMI sarà attiva. Per decidere, si può chiedere ai propri clienti quali network frequentano o guardare quelle che utilizzano i concorrenti:

  • Per colpire il maggior numero di persone. Facebook, Twitter, LinkedIn, Xing o ancora Sina Weibo sono i social network che predominano in rete. Facebook conta più di 2,4 miliardi d’utenti attivi al mese. Queste piattaforme sono ideali per fare del networking e migliorare la referenza dell'impresa sui motori di ricerca. Si può anche fare un uso deviato di queste piattaforme: certi marchi pagano le celebrità per scrivere dei tweet che vantano i prodotti presso le comunità dei loro fan.
  • Per una presentazione ottimale. Youtube e Pinterest consentono di sfruttare al massimo i lati visivi di un'impresa. Un ristorante potrebbe pubblicare delle foto della sua terrazza o dei suoi piatti su. Una piccola società di produzione potrebbe presentare un nodello dei video che realizza su Youtube.
  • Per farsi notare. Yelp, Tripadvisor e Foursquare sono gli strumenti ideali per sapere ciò che pensano i clienti. Di fronte a un'offerta sempre più abbondante, questi ultimi tendono infatti a basarsi sempre di più sulle opinioni degli altri utenti che considerano più obiettive. Un buon parere e dei commenti entusiasti su un negozio o il servizio di un'impresa possono avere un effetto incredibile sulle sue vendite. I ristoranti e gli alberghi troveranno particolarmente utile questa piattaforma.

Come intavolare la conversazione

Esistono tre modi per essere attivi sui social network:

  • Pubblicare del contenuto. Condividere informazioni interessanti create dall'impresa stessa, come articoli e video.
  • Inoltrare il contenuto degli altri. Ciò consente all'impresa di presentarsi come un'esperta nel settore inoltrando articoli o video di altri utenti.
  • Interagire. Ringraziare i clienti quando apprezzano un prodotto o rispondono alle domande degli utenti.

È efficace?

È sempre utile sapere qual è l'impatto della propria attività su un social network. Strumenti statistici sono generalmente integrati per consultare ad esempio il traffico su una pagina Facebook o su un profilo Twitter.

Fonte: Small Business Marketing Kit For Dummies, Barbara Findlay Schenck, John Wiley & Sons Inc, 2012.


Abbonati alla nostra Newsletter gratuita per conoscere le ultime novità (iscrizioni in alto a destra).


Informazione

Ultima modifica 25.10.2019

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/consigli-pratici/gestire-una-pmi/marketing/strumenti-di-marketing/marketing-su-internet/social-network.html