La convenzione che unisce gli azionisti

Questo tipo di contratto è essenziale per evitare ogni genere di controversia tra i soci di un’azienda. La legge non disciplina tali accordi.

Laddove vi siano più parti partecipanti a un'impresa (come nel caso di una SA) è meglio che i rapporti siano definiti in maniera chiara. I patti parasociali conferiscono tale chiarezza. Essi infatti regolano il rapporto tra gli azionisti al di fuori degli statuti, e pertanto non sono prescritti dalla legge.

Non esistono "modelli di patti parasociali" con una validità generale, poiché i rapporti variano a seconda della ditta. Perciò nell'elaborazione dei patti parasociali è consigliabile rivolgersi a un avvocato.

Fondamentalmente però i patti parasociali degli azionisti dovrebbero comprendere i seguenti punti:

  • diritti d'acquisto, diritti di prelazione, obblighi d'acquisto ecc.
  • diritto di presa in consegna
  • natura delle votazioni (ad es. pro capite invece che per azioni)
  • disposizioni per la composizione del consiglio d'amministrazione
  • diritti di veto, clausole nel caso di situazioni di equilibrio
  • rappresentanze

Ultima modifica 14.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/savoir-pratique/creation-pme/creation-d_entreprise/choisir-une-forme-juridique/societe-anonyme/la-convention-qui-lie-les-actionnaires.html