Agire per migliorare la sostenibilità di una PMI

La settima e ultima fase nell’uso degli indicatori di sostenibilità consiste nella realizzazione di un piano d’azione per ottimizzare le prestazioni ambientali dell’azienda.

Nelle fasi precedenti, sono state determinate le prestazioni ambientali dell'azienda grazie agli indicatori, sono state analizzate le misure e identificate le soluzioni di ottimizzazione della sostenibilità. In quest'ultima fase, interviene l'esecuzione di decisioni prese grazie alla formulazione di obiettivi chiari e alla creazione di un piano d'azione.

Formulare obiettivi mirati di ottimizzazione della sostenibilità

È essenziale definire con precisione gli obiettivi per ottimizzare le prestazioni ambientali dell'azienda e per determinare il proprio impegno con collaboratori e attori esterni. In questo modo si stimola anche la volontà di raggiungere i risultati desiderati. Grazie alle misure adottate nelle fasi precedenti al fine d'individuare le soluzioni migliori di ottimizzazione, questi obiettivi sono ora definibili in modo chiaro.

Può succedere che gli obiettivi definiti comportino dei cambiamenti nella concezione dei prodotti o degli adattamenti delle procedure esistenti, tali da ridurne l'impatto ambientale. Idealmente, tali obiettivi dovrebbero includere anche un calendario per il loro conseguimento.

Esempio di tabella che include gli obiettivi

Gli obiettivi possono essere raggruppati in una tabella come nel seguente esempio fittizio:

Indicatore di sostenibilità Considerazioni Obiettivi

I3.

Indicatore di consumo di materiali riciclabili e riutilizzabili

L'uso che facciamo di materiali riciclati è molto arretrato rispetto alla media nell'industria. I dettaglianti e i consumatori richiedono sempre più informazioni sulle fonti e sulla qualità ambientale dei materiali.

Aumentare l'uso di materiali riciclati ogni tre anni cambiando i fornitori:

  • 1° anno: al 20%.
  • 2° anno: al 30% (media dell'industria).
  • 3° anno: al 40% (la migliore soluzione possibile considerando il tasso attuale di riciclo).

O2.

Indicatore di consumo di energia

Il nostro consumo di energia nelle fabbriche è elevato e può essere radicalmente ridotto con il rinnovo degli edifici.

Ridurre il consumo energetico del 25% in tre anni grazie alle seguenti misure:

  • 1° anno: installazione di un nuovo sistema di ventilazione.
  • 2° anno: aumento delle superfici vetrate.
  • 3° anno: aumento dell'isolamento di tutti gli edifici.

P5.

Indicatore di sostanze regolamentate contenute nei prodotti

Circa il 20% del peso totale dei nostri prodotti è composto da sostanze regolamentate. Una nuova legge che vieta l'uso di queste sostanze dovrebbe essere introdotta al più presto.

Eliminare del tutto in cinque anni la presenza nei prodotti di sostanze regolamentate grazie alle seguenti misure:

  • Aumento annuo del 20% dell'uso di materiali non tossici nei processi di produzione.  
  • Sviluppo di una nuova gamma di prodotti non tossici entro due anni.
  • Riduzione graduale dell'attuale gamma di prodotti dal terzo anno.

Creazione di un piano d'azione

Stabilire un piano d'azione facilita il raggiungimento degli obiettivi individuando in modo preciso le attività, le responsabilità, le scadenze, ecc. Per le misure da attuare, per la gestione e la condivisione del piano d'azione, una tabella può essere molto efficace.

Esempio di piano d'azione per ottimizzare la sostenibilità

Nell'esempio di piano d'azione qui di seguito, un'azienda fittizia cerca di ottimizzare la sostenibilità del suo consumo energetico rinnovando gli edifici.

Azione e obiettivo Responsabilità Calendario
Analisi completa delle spese e dell'assicurazione per il finanziamento dei progetti di ristrutturazione. Dipartimento delle finanze Due settimane
Valutazione interna e raccomandazioni sull'impatto dell'introduzione del nuovo sistema di ventilazione e delle superfici vetrate sui processi di produzione, sui dipendenti e sulle soluzioni adottate. Team responsabile dei beni immobili Un mese
Informare la direzione sulle soluzioni e sulle fasi successive. Team-leader responsabile dei beni immobili Fine del mese
Stabilire dei contratti col fornitore del nuovo sistema di ventilazione e gli installatori ed elaborare un piano di lavoro per la transizione. Team responsabile dei beni immobili 1° trimestre
Installazione del sistema di ventilazione. Team responsabile dei beni immobili 2° trimestre
Esaminare e valutare i buoni esiti e i problemi insieme agli operai. Team responsabile dei beni immobili 3° trimestre
Correggere il calendario e le fasi successive in base ai primi risultati. Team responsabile dei beni immobili 4° trimestre

In generale, è necessario un piano d'azione per ogni indicatore di sostenibilità in modo da aiutare i vari settori dell'azienda a valutare le varie possibilità di ottimizzazione.


Abbonati alla nostra Newsletter gratuita per conoscere le ultime novità (iscrizioni in alto a destra).


Informazione

Ultima modifica 31.08.2017

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/consigli-pratici/gestire-una-pmi/responsabilita-sociale-d-impresa-rsi/migliorare-l-efficienza-ecologica/agire-per-migliorarsi.html