Il colore delle pareti per stimolare la creatività

Il blu stimola la creatività, suggeriscono degli studi scientifici. Il rosso favorisce la concentrazione e il nero rende aggressivi.

Il colore delle pareti sembra poter influenzare la creatività dei dipendenti. In effetti, studi scientifici suggeriscono che lavorare in un ufficio con le pareti blu stimola la creatività. Invece, le pareti rosse renderebbero le persone più attente ai dettagli e favorirebbero la memoria a breve termine. I ricercatori propongono la seguente spiegazione: il blu è associato al cielo, alla libertà e alla pace ed evoca così dei ricordi piacevoli, favorendo la voglia di esplorare, mentre il rosso è legato al pericolo e incita a rallentare e a mostrarsi più vigili.

Il blu creativo

Dei ricercatori della University of British Columbia hanno sottoposto 600 cavie a test cognitivi su schermi con lo sfondo neutro, rosso o blu. I risultati sono sorprendenti: i partecipanti che utilizzavano lo sfondo rosso sono riusciti a ricordarsi meglio le cifre di quelli che utilizzavano lo sfondo blu. Tuttavia, si sono rivelati meno efficienti nei compiti più creativi. Invitati a riflettere ai diversi usi dei mattoni, hanno realizzato una lista di elementi piuttosto evidenti, come ad esempio "costruire una casa". Di fronte allo stesso problema, le persone che utilizzavano lo sfondo blu hanno invece generato il doppio delle idee.

Altri studi suggeriscono che se il blu favorisce l'innovazione, il rosso è il colore dei vincitori. L'antropologo Russell Hill della Durham University nel Regno Unito, ha analizzato i risultati di pugili e lottatori ai Giochi olimpici a seconda del colore dei loro vestiti. Quelli vestiti di rosso vincevano più spesso rispetto a quelli vestiti di blu. Allo stesso modo, ha dimostrato che le squadre inglesi di calcio nelle prime tre divisioni che vincevano più partite erano vestite tutte di rosso. Questo effetto sembra scomparire quando esse non giocano in casa, poiché devono vestirsi con un altro colore.

Il nero aggressivo

Uno scienziato della Cornell University negli Stati Uniti ha esaminato le proprietà dei colori scuri. Consultando gli archivi delle partite di calcio e di hockey americani, ha scoperto che le squadre vestite di nero tendevano a commettere più infrazioni alle regole del gioco rispetto alle altre. Ha fatto poi indossare a una squadra di volontari dei vestiti neri e a un'altra dei vestiti bianchi e gli ha descritto vari sport chiedendogli quali gli piacevano di più. Quella vestita con colori scuri ha sempre scelto gli sport più aggressivi.

Fonti: Imagine: How Creativity Works, Jonah Lehrer, Houghton Mifflin Harcourt e link seguenti.


Abbonati alla nostra Newsletter gratuita per conoscere le ultime novità (iscrizioni in alto a destra).


Informazione

Ultima modifica 15.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/consigli-pratici/gestire-una-pmi/creativita/creare-un-clima-creativo/disposizioni-dei-locali/colore-delle-pareti.html