Soluzioni per creare un sito web efficace e poco oneroso

Disporre di una presenza su internet è divenuto indispensabile per una PMI. Promemoria delle diverse opzioni con cui sono confrontati gli imprenditori in quest’ambito.

Una persona digita sul suo computer protatile, con a fianco un tablet e uno smartphone.

Nel momento in cui un’impresa decide di creare o di rifare il suo sito internet, deve tener conto di svariati aspetti. Si possono citare la grafica, l’ergonomia, i contenuti o le funzionalità come la vendita online. Bisogna inoltre stare attenti alla base tecnica con la soluzione di gestione del sito – spesso designata con il nome di soluzione di gestione dei contenuti o Content Management System CMS in inglese – così come l’integrazione della soluzione con il resto del sistema d’informazione dell’impresa. 

Per Arnaud Dufour, professore associato all’istituto d’ingegneria dei media presso l’HEIG-VD, il mercato dello sviluppo di siti web si è evoluto negli ultimi anni seguendo due assi principali: "Si sta assistendo ad una standardizzazione delle soluzioni di gestione di contenuto con delle offerte prefabbricate semplici ma performanti e funzionalmente ricche, soprattutto perché possono essere rafforzate aggiungendo delle componenti supplementari." Lo specialista osserva anche un passaggio a delle soluzioni sul cloud. "Si tratta di un modo di commercializzazione che propone un’offerta standardizzata e di hosting a distanza, fatturata sotto forma di servizio, la maggior parte delle volte sulla base di un ammontare mensile. Questi due fenomeni hanno comportato un crollo dei prezzi." 

Una moltitudine di offerte 

Tra le offerte fortemente presenti in Svizzera, l’esperto della HEIG-VD menziona delle soluzioni derivanti da software open-source, quali WordPress, Drupal o Joomla!, ma anche attori che si sono sviluppati esclusivamente sotto forma di servizio (SaaS – Software as a service) come Wix, Weeby, Jimdo o Squarespace. Questi ultimi propongono degli editori integrati che permettono di costruire un sito sulla base di modelli pronti all’uso. L’utente sceglie il modello che fa per lui, poi lo modifica integrandovi il suo contenuto, la sua identità visiva e diverse funzionalità (formulario di contatto, carta Google Maps, modulo per prendere appuntamento, ecc.). Queste quattro soluzioni contengono, inoltre, un modulo di shop online integrato. Alcune di queste piattaforme propongono dei modelli concepiti espressamente per un settore d’attività, ad esempio un salone da parrucchiere, un ristorante, un hotel o un servizio di fotografia. 

Delle soluzioni open-source e cloud propongono anche delle estensioni e-commerce che permettono di realizzare un negozio online semplice. Si possono citare WooCommerce per WordPress, Magento, PrestaShop, Shopify, Volusion, BigCommerce o BigCartel. È senz’altro possibile ricorrere ai servizi di grandi piazze di mercato come eBay o Amazon. Sono state sviluppate anche delle offerte adatte alle PMI sul fronte della gestione dei pagamenti online (PayPal o Stripe). 

Ecosistema digitale 

Delle agenzie specializzate possono fornire i loro consigli o configurare queste soluzioni al fine di adattarle ai bisogni specifici di ogni impresa. Esse possono anche realizzare un design su misura, preparare dei contenuti o aiutare le imprese a gestire questi progetti. Direttore delle operazioni in seno alla società ginevrina Infomaniak, specializzata nell’hosting di siti web e la vendita di nomi di dominio, Marc Oehler raccomanda di scegliere un host locale o che abbia lo stesso fuso orario, per questioni di supporto e di reattività. "È pure importante verificare fino a che punto l’host vi lasci libero accesso ai vostri dati. Certe piattaforme obbligano all’hosting del sito presso di loro. Diventa pertanto impossibile partire con esso. L’unica soluzione è rifare tutto da capo altrove." Per quanto concerne le tariffe, conviene contare CHF 170 all’anno per l’hosting di un sito e delle email e circa CHF 1'000 per far realizzare un buon sito vetrina da un webmaster. 

Per Arnaud Dufour non bisogna dimenticare un punto: "Un sito web è solo uno degli elementi dell’ecosistema digitale dell’impresa, il quale deve anche integrare la presenza sui social network e nei motori di ricerca, la newsletter, e addirittura altri siti. Il sito in quanto tale dovrà essere oggetto di una promozione pubblicitaria, in modo da assicurarsi che arrivi ai target ai quali si rivolge." Questo implica un riferimento e della pubblicità nei motori di ricerca, ma anche delle campagne online video, grafiche (con dei banner, ad esempio, sul display) e sui social network.


Informazione

Sul tema

Adeguamenti costanti 

I siti delle imprese possono diventare rapidamente obsoleti, sia nell’ambito delle funzionalità che del design. Affinché i clienti abbiamo accesso alla loro richiesta in qualche click, la cartoleria losannese Kramer Krieg ha richiesto a un’agenzia specializzata di rifare il suo sito nel 2016. "Oltre a questa revisione d’insieme, che ha permesso delle opzioni aggiuntive come lo zoom sui prodotti o la visualizzazione di questi ultimi in diversi colori, ogni anno vengono effettuati diversi adattamenti allo scopo di mantenere il nostro sito attuale, in particolare per quanto concerne le funzionalità di e-commerce", indica la responsabile degli acquisti Sarah Borloz.

Download

Checklist per siti web PMI (2013) (PDF, 200 kB, 27.01.2016)Segreteria di Stato dell’economia (SECO) e Ufficio federale della comunicazione (UFCOM)

Ultima modifica 05.09.2018

Inizio pagina

Notizie e informazioni per imprenditori e futuri imprenditori
https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/tema-del-mese/2018/soluzioni-per-creare-un-sito-web-efficace-e-poco-oneroso.html