Record delle esportazioni al secondo trimestre 2018

Pile di container di diversi colori.

(08.08.2018) Le esportazioni svizzere sono in aumento dall’inizio del 2017. Secondo l’Amministrazione federale delle dogane, l’aumento al secondo trimestre 2018 ammonta all’1,4% (1,8% in termini reali) rispetto ai primi tre mesi dell’anno. 

Con un volume finanziario totale delle esportazioni di CHF 55,7 miliardi e di CHF 51,1 miliardi per le importazioni, la bilancia commerciale del secondo trimestre chiude con un’eccedenza di CHF 4,6 miliardi. 

I risultati incoraggianti nell’ambito delle esportazioni provengono dai prodotti chimici e farmaceutici (+1,3% per il 42% della crescita globale) e del settore delle macchine elettroniche (+1,4%). Il ramo degli strumenti di precisione (+2,2%) è pure progredito, così come l’orologeria e la gioielleria (+11,4%). 

I mercati interessati ai prodotti svizzeri restano l’Asia (+1,8%) – con la Cina in testa –, il Nord America (+1,1%) e l’Europa (+1%). Nel vecchio continente, la crescita si conferma in Francia e in Germania. Le esportazioni elvetiche continuano però ad accusare un netto calo nel Regno Unito (-10,9%), raggiungendo il loro livello più basso da cinque anni a questa parte. 

Le importazioni accusano invece una leggera flessione dello 0,4% dopo un forte periodo di crescita. I gruppi di merci principali hanno subito un calo al secondo trimetre 2018, fatta eccezione per il settore della gioielleria (+CHF 1,3 miliardi). La provenienza di queste importazioni mostra pure qualche divergenza. Per il periodo esaminato, il Nord America mostra un leggero calo delle esportazioni verso la Svizzera mentre vi è un aumento concernente alcuni paesi europei (Germania in testa) e asiatici, trainati dagli Emirati Arabi Uniti.


Informazione 

Ultima modifica 08.08.2018

Inizio pagina

Notizie e informazioni per imprenditori e futuri imprenditori

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2018/record-delle-esportazioni-al-secondo-trimestre-2018.html