Le PMI beneficiano dell’internazionalizzazione della R&S

Una ricercatrice in camice bianco lavora in un laboratorio.

(28.11.2019) La ricerca e lo sviluppo (R&S) condotte all’estero dalle imprese offrono vantaggi anche alle imprese residenti nel paese. Secondo uno studio pubblicato dal Centro di ricerca congiunturale (KOF), essa contribuisce allo sviluppo locale dell’innovazione e della produttività. 

All’estero, sono soprattutto le grandi società che dispongono di adeguate risorse per condurre delle attività di R&S che diffondono i loro risultati. Questi dati – degli studi o dei brevetti, ad esempio – passano attraverso diversi canali d’informazione. Essi avvantaggiano le filiali di queste società e altri attori del settore, che se ne servono per sviluppare i loro prodotti. 

Sono i costi di ricerca inferiori a quelli praticati in Svizzera a spiegare la delocalizzazione delle attività R&S all’estero. La cooperazione nella ricerca e innovazione permette anche di ridurre le spese di sviluppo, beneficiando delle innovazioni fatte da altri. Tuttavia, la valorizzazione di un capitale cognitivo internazionale non è effettiva se non associata alla produttività e all’immissione sul mercato di un prodotto. 

Gli autori dello studio sottolineano anche che le ricerche fatte da alcuni ricercatori all’estero stimolano l’innovazione in Svizzera, soprattutto per il lancio di nuovi prodotti. In certi casi, degli inventori svizzeri si servono di innovazioni estere per sviluppare dei brevetti destinati esclusivamente al mercato locale, segnala il rapporto del KOF. 

Parallelamente, anche le PMI beneficiano di questi sviluppi e innovazioni fatti dalle società più importanti. In fatto di R&S, lo studio evoca addirittura una condivisione del lavoro tra le piccole imprese che si servono delle innovazioni e le grandi imprese che le generano.


Informazione

Ultima modifica 28.11.2018

Inizio pagina

Notizie e informazioni per imprenditori e futuri imprenditori
https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2018/le-pmi-beneficiano-dell-internazionalizzazione-della-r-s.html