Il settore alberghiero svizzero in piena crescita

Porta semiaperta di una camera d’albergo che porta il numero 210.

(07.03.2018) Il settore alberghiero svizzero ha fatto registrare risultati molto buoni nel 2017. Le strutture del paese hanno totalizzato 37,4 milioni di pernottamenti, ovvero un livello vicino agli anni record del 1990 e 2008, indica l’Ufficio federale di statistica in un comunicato. 

Paragonato a quello del 2016, il risultato è in aumento del 5,2%, dato che corrisponde a 1,9 milioni di pernottamenti supplementari. Con un incremento del 6,1% (1,2 milioni), i visitatori stranieri sono stati il motore trainante della tendenza ed hanno totalizzato 20,5 milioni di pernottamenti. La domanda asiatica ha riconfermato la sua crescita (+12,8%), India (+23,4%) e Corea in testa (+34,7%). Al contrario, l’interesse da parte dei Paesi del Golfo è diminuito (-4,1%). Si tratta della flessione più marcata. 

Dal 2012, la domanda americana è in aumento. Nel 2017, essa ha proseguito su questa strada (+12,3%). La Svizzera ha sedotto i visitatori provenienti dagli Stati Uniti (+11,5%, 212'000 pernottamenti in più). L’incremento della domanda europea ha raggiunto il 2,2% ed è il Belgio (+9,1%, 49'000 pernottamenti in più) ad aver contribuito maggiormente a questo risultato. Gli ospiti svizzeri hanno pure trainato le cifre verso l’alto, con una crescita del 4,2% (675'000). In tutto, questa clientela ha rappresentato 16,9 milioni di pernottamenti, il miglior risultato mai registrato. 

Tutti i mesi dell’anno hanno contribuito a questa evoluzione positiva, ad eccezione di febbraio, che ha fatto segnare un calo dell’1,2% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. L’incremento maggiore si è verificato al mese di giugno (+9,8%). Da notare vi è pure che tutte le regioni della Svizzera hanno registrato una progressione rispetto al 2016.


Informazione

Ultima modifica 07.03.2018

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2018/il-settore-alberghiero-svizzero-in-piena-crescita.html