Schiarite all’orizzonte per l’industria MEM

170315-horizon-eclaircit-pour-industrie-mem

(15.03.2017) La situazione va migliorando nell’industria metalmeccanica ed elettrica (MEM). Secondo le cifre comunicate dall’associazione mantello Swissmem, nel 2016 il settore ha registrato, su scala annuale, un aumento del 9,5% degli ordinativi in entrata. 

Pure sul fronte delle cifre d’affari, Swissmem segnala un timido miglioramento. Globalmente, il fatturato ha accusato una contrazione rispetto al 2015 (-1,8%), ma nell’ultimo trimestre dell’anno in esame si è però verificata un’inversione di tendenza (+2,7%). 

Per quanto concerne le esportazioni, l’associazione mantello rileva una stabilizzazione (+0,1%), a CHF 63,3 miliardi. Questa situazione è positiva, dato che fa seguito a una successione di cali. 

Sono gli strumenti di precisione, la metallurgia e il settore elettrotecnico/elettronico ad aver trainato le esportazioni MEM verso l’alto (con dei balzi rispettivi del 3,8%, 2,7% e 1,6%). Al contrario, la costruzione di macchine ha visto la sua domanda oltrefrontiera scendere dello 0,8%. 

Da un punto di vista geografico, l’Unione europea – che costituisce lo sbocco principale degli esportatori – ha generato vendite irrobustite del 2,8%. Le entrate generate dagli Stati Uniti sono pure in progressione (+2,1%), mentre l’Asia è stata meno attratta dai prodotti elvetici (-5,4%). 

Swissmem rileva inoltre che, secondo un recente sondaggio, quasi un quarto delle imprese MEM ha dovuto far fronte a un deficit a livello di EBIT. Un terzo delle società interrogate afferma di aver visto i propri risultati EBIT progredire di meno del 5%. L’associazione mantello precisa che le piccole imprese sono più toccate da questo fenomeno.


Informazione 

Ultima modifica 15.03.2017

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2017/schiarite-all-orizzonte-per-l-industria-mem.html