L’occupazione si rafforza grazie al settore terziario

Ritratto di un gruppo di persone con abiti da lavoro di settori diversi.

(13.09.2017) L’occupazione ha guadagnato terreno in Svizzera al secondo trimestre 2017. Il numero di posti di lavoro è cresciuto dello 0,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, secondo il barometro dell’occupazione pubblicato dall’Ufficio federale di statistica (UST).

Esso ha infatti raggiunto 4,915 milioni, dato che corrisponde a 20'000 posti supplementari in un anno. Il numero di posti di lavoro è aumentato di 26'000 nel settore terziario, ma è diminuito di 6'000 posti nel settore secondario, precisa l’UST.

Più in dettaglio, per il secondario l’UST nota una flessione di 2’000 posti nell’industria manifatturiera e di 3’000 posti nella costruzione. Nel terziario, la sanità ha registrato la crescita più marcata (+13'000). Al contrario, il ramo dell’informazione e della comunicazione ha perso 2000 posti di lavoro.

Per quanto concerne le regioni, Zurigo è la sola ad accusare un calo (-0,1%). Tutte le altre grandi regioni possono essere soddisfatte. Esse hanno mostrato rialzi che spaziano dallo 0,1% della Svizzera orientale al 3,2% del Ticino.

L’UST si è pure chinato sul numero di posti liberi. Ne ha recensiti 5700 per il periodo in esame, ovvero una crescita del 10,5% su un anno.

E le prospettive si rivelano favorevoli. Al secondo trimestre 2017, le società che prevedevano di conservare il proprio organico rappresentavano il 73,9% dell’occupazione totale del paese, contro il 69,3% di un anno fa. Inoltre, l’indicatore delle prospettive d’impiego è progredito dello 0,7%, raggiungendo 1,03 punti. Bisogna risalire all’anno 2014 per ritrovare un valore altrettanto elevato, osserva l’UST.


Informazione

Ultima modifica 13.09.2017

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2017/l-occupazione-si-rafforza-grazie-al-settore-terziario.html