Crescita: si conferma un dinamismo positivo

Un uomo sorridente osserva due curve che indicano una crescita.

(27.12.2017) L’evoluzione congiunturale svizzera sta sfruttando il vigoroso momento dell’economia mondiale. Secondo le previsioni del KOF, il centro di ricerche congiunturali dell’ETHZ, il prodotto interno lordo (PIL) elvetico progredirà del 2,3% nel 2018 e dell’1,7% nel 2019.

Il dinamismo positivo a livello mondiale avvantaggia gli esportatori svizzeri, che registrano una domanda estera sostenuta. Questa evoluzione concerne i prodotti e i servizi. I prodotti svizzeri sono particolarmente richiesti nella zona euro.

La buona tenuta delle esportazioni dovrebbe protrarsi. Il KOF prevede una crescita del 6,2% nel 2018 e del 4,3% nel 2019. Gli esportatori beneficeranno anche di una situazione stabile dei tassi di cambio. L’istituto di ricerche prevede un tasso di circa 1,17 franchi svizzeri per un euro fino alla fine del 2019.

La crescita avrà anche effetti positivi sul mercato del lavoro, con un incremento del numero degli attivi dell’1,2% nel 2018 e dell’1,0% nel 2019. Il tasso di disoccupazione dovrebbe diminuire fino all’inizio del 2019. Il KOF prevede inoltre accordi salariali progressivamente rivisti al rialzo.

Il consumo delle famiglie diventerà pure più dinamico, con un incremento stimato dell’1,6% nel 2018 e 1,5% nel 2019. Al contrario, le spese di consumo pubbliche diminuiranno, in particolare a causa dell’entrata in vigore del programma di stabilizzazione della Confederazione.

Il miglioramento congiunturale incita inoltre le imprese svizzere a investire. Gli investimenti in apparecchiature guadagneranno probabilmente il 4,4% nel 2018 e l’1,9% nel 2019.


Informazione

Ultima modifica 27.12.2017

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2017/crescita-si-conferma-un-dinamismo-positivo.html