Aumento delle esportazioni e delle importazioni

171004-hausse-des-exportations-et-des-importations

(04.10.2017) Il commercio estero svizzero ha dato prova di dinamismo in agosto. Le esportazioni sono progredite del 3,9% su scala annuale, le importazioni del 9,9%, secondo l’Amministrazione federale delle dogane. La bilancia commerciale mostra un eccedente di 2,2 miliardi di franchi. 

Le esportazioni di tessili, di abbigliamento e di calzature hanno registrato un aumento particolarmente marcato del 25,5%. Quelle di veicoli, di metalli, di macchine e strumenti di precisione mostrano pure una crescita a due cifre. Le esportazioni di generi alimentari e bevande, di materie plastiche, di orologeria e di carta sono pure progredite. Quelle della farmaceutica sono invece rimaste stabili. Infine, solo i gioielli e bigiotteria si sono venduti meno all’estero (-13,2%). 

Sul paino geografico, le esportazioni elvetiche sono aumentate in tutti i continenti. L’incremento maggiore concerne l’Oceania (+64%). La vendita di prodotti svizzeri in Asia è cresciuta dell’8%, in Nord America del 2% e in Europa dell’1%. Il record spetta alla Russia, con +84%. 

Sul fronte delle importazioni, tutti i settori hanno fatto segnare un incremento, ad eccezione dell’orologeria (-17,3%). La metà della crescita proviene dal ramo delle macchine ed elettronica, così come dei prodotti farmaceutici. La progressione maggiore si è invece verificata nella bigiotteria e gioielleria (+50,5%). 

Osservate a seconda delle regioni, le importazioni asiatiche ed europee sono aumentate rispettivamente del 14% e del 12%. Quelle provenienti dal Nord America hanno invece subito un calo del 5%.


Informazione

Ultima modifica 04.10.2017

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2017/aumento-delle-esportazioni-e-delle-importazioni.html