Ricevibilità delle fatture elettroniche non firmate

Piano ravvicinato delle mani di una donna, una delle quali regge un foglio, mentre l'altra scrive su una tastiera.

(07.12.2016) L’Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) ha precisato in una nota esplicativa la propria pratica in materia di fatture elettroniche non firmate. Queste ultime sono trattate, nell’ambito di una contabilità in regola, in modo equivalente alle fatture su carta. 

I dati digitali utilizzati per la deduzione dell’imposta precedente, il prelievo o la riscossione dell’imposta sono sottoposte alle medesime disposizioni legali dei dati figuranti sulle fatture cartacee. Deve in effetti poter essere fornita prova della loro autenticità e inalterabilità. 

Per quanto riguarda la prova dell’autenticità, la fattura deve poter essere attribuita al partner commerciale senza equivoci. Quanto alla prova dell’inalterabilità della fattura, i giustificativi dell’IVA devono essere referenziati e archiviati in modo che nessuna modifica possa essere effettuata senza che ciò si noti. 

In virtù del principio della libertà dei mezzi di prova, la prova dell’autenticità e dell’inalterabilità dei dati è fornita anche nel caso in cui il principio della tenuta regolare dei conti è stato rispettato, secondo l’art. 957a CO.


Informazione 

Ultima modifica 07.12.2016

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2016/ricevibilita-delle-fatture-elettroniche-non-firmate.html