Esportazioni in aumento grazie ad un giorno feriale in più

Bandiera svizzera sotto cui sono apposte la scritta made in Switzerland e un codice a barre.

(06.01.2016) Le imprese svizzere hanno venduto più prodotti oltre frontiera nel novembre 2015 rispetto ad un anno prima. Secondo le cifre pubblicate dall’Amministrazione federale delle dogane (AFD), le esportazioni sono aumentate dell’1%, a CHF 18,3 miliardi.

L’AFD ricorda comunque che il mese in esame contava un giorno feriale in più rispetto al novembre 2014. Corrette di questo effetto del calendario, le vendite all’estero sono diminuite del 3% in valore nominale.

Senza tener conto di tale giorno supplementare, si constata che cinque dei dieci principali rami esportatori hanno visto la domanda estera crescere su scala annuale. Per la terza volta consecutiva, la chimica e la farmaceutica hanno fatto registrare un aumento (+6,8%).

L’industria dei generi alimentari, bibite e tabacchi, così come quella dei tessili, abbigliamento e calzature, hanno goduto di una crescita delle loro esportazioni che supera il 5%. I miglioramenti hanno raggiunto rispettivamente 5,7% e 5,3%.

Meno marcata è stata la crescita dei guadagni oltre frontiera osservata nel settore della gioielleria, la quale ammonta all’1,4%. L’industria della carta e delle arti grafiche ha dovuto accontentarsi di un timido aumento dello 0,6%.

Dalla parte opposta della classifica si trovano l’industria orologiera, che ha accusato un tonfo della domanda estera del 5,6%. Pure nelle cifre rosse, sebbene meno pronunciate, l’industria metalmeccanica e elettronica, l’industria metallurgia, gli strumenti di precisione e l’industria delle materie plastiche, le quali hanno visto le proprie esportazioni contrarsi rispettivamente del 5,2%, 4,7%, 1,8% e 1,7%.


Informazione

Ultima modifica 06.01.2016

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2016/Esportazioni-in-aumento.html