Rallentamento lamentato nel settore edile

Edifici residenziali in costruzione inquadrati dal basso verso l'alto sullo sfondo blu del cielo.

(01.07.2015) Il settore principale della costruzione ha registrato un arresto nel primo trimestre. Secondo uno studio della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori (SSIC), le cifre d’affari del settore si sono contratte del 12% su ritmo annuo, a CHF 3,4 miliardi.

Lo studio è stato condotto presso 1'576 imprese. Punta il dito su di un’evoluzione differenziata nel genio civile e nella costruzione, dove il primo accusa una diminuzione delle vendite pari al 9,2% solamente, contro il 14,1 % della seconda.

La SSIC relativizza però questo bilancio ricordando che durante il medesimo periodo del 2014, una situazione meteorologica favorevole aveva particolarmente dinamizzato l’attività. I proventi generati tra gennaio e marzo 2015 sono dunque vicini a quelli osservati nel 2013.

Per quanto riguarda le ordinazioni, l’organizzazione di settore costata una diminuzione globale dell’ 11,2%. Mentre il genio civile ha chiuso il trimestre con un leggero rialzo (0,5%), il settore dell’edilizia osserva una diminuzione dei propri mandati pari al 20,7%.

Anche in questo caso la SSIC non drammatizza, spiegando che le ordinazioni erano state importanti durante il trimestre comparativo. Ad ogni modo il livello dei primi tre mesi dell’anno in corso è il più basso dal 2010.

Lo studio sottolinea inoltre che, contrariamente a questi ultimi anni, i proventi hanno subito una forte riduzione (-18,1%) nel settore dell’edilizia abitativa. Uguale costatazione per quanto riguarda le entrate di ordinazioni e le attività di pianificazione lavorative (a fine marzo), che sono diminuite rispettivamente del 15,3% e del 18,9%.

Secondo le previsioni della SSIC, l’anno 2015 dovrebbe essere marcato da un rallentamento. Grazie ed un portafoglio ordini ben riempito, la situazione non dovrebbe però essere catastrofica.


Informazione

Ultima modifica 10.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2015/rallentamento-lamentato-settore-edile.html