Pessimismo sulle prospettive delle imprese svizzere

Un uomo di spalle vestito in giacca e cravatta davanti a una distesa infinita di  workspace vuoti.

(11.03.2015) Gli affari delle imprese svizzere si sono deteriorati in tutti i settori di attività nel mese di febbraio. Secondo le ultime ricerche sulla congiuntura del KOF, le prospettive d’impiego nelle imprese industriali non erano mai calate tanto dal 2008.

Piccole, medie e grandi imprese hanno espresso un giudizio meno favorevole sulla propria situazione rispetto a gennaio, indicano gli studi del KOF che riflettono la nuova situazione monetaria dopo la fine del tasso fisso di 1,20 CHF per 1 EUR. Nelle tre categorie di dimensione, la produzione è stata rallentata e gli effettivi diminuiti.

La situazione si è particolarmente adombrata nell’industria della trasformazione. L’indice si è stabilizzato a -15,3 punti in febbraio, contro -0,3 punti in gennaio. In un solo mese di tempo non era mai stato costatato un ripiego del genere. Ad ogni modo, il valore attuale dell’indice resta lontano dai -35 punti toccati nel periodo primavera-estate del 2009.

Il rallentamento nell’industria della trasformazione non si limita alle sole imprese esportatrici. I planning di produzione sono stati ovunque rivisti al ribasso ed i piani di assunzione prevedono maggior compressione del personale. Nel mese di febbraio sono state più numerose le imprese desiderose di ridurre i propri effettivi nei prossimi tre mesi, rispetto a quelle che vorrebbero accrescerli. Si tratta del peggior crollo delle prospettive di impiego nelle imprese industriali dall’inizio della crisi finanziaria ed economica nel 2008.

Nel settore edilizio e degli studi di consulenza, l’arretramento è notevole ʺsenza comunque avere una portata eccezionaleʺ. Nel commercio al dettaglio, la situazione è ʺappena soddisfacenteʺ. I commercianti al dettaglio si aspettano una diminuzione della cifra d’affari nei prossimi tre mesi e desiderano diminuire in modo cospicuo i prezzi alla vendita. Nel settore finanziario gli istituti giudicano, per la maggior parte, la situazione come buona, ma le banche sono nettamente più scettiche che in precedenza. Sono anche ipotizzate riduzioni del personale.


Informazione

Ultima modifica 08.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2015/pessimismo-prospettive-imprese-svizzere.html