Il franco forte ostacola i risultati dell’industria MEM

Piano ravvicinato di lunghi elementi metallici accatastati e un uomo inquadrato parzialmente da dietro di cui spiccano una mano guantata gialla che regge un elmetto protettivo giallo.

(02.09.2015) La forza del franco ha pesato sui risultati dell’industria metalmeccanica ed elettrica (MEM) durante i primi sei mesi del 2015. Secondo Swissmem, i fatturati sono calati del 7,1% su scala annuale, contro -14,7% per gli ordini in entrata.

Questo tonfo concerne le imprese di ogni grandezza, precisa l’organizzazione mantello. Anch’esso in calo, lo sfruttamento delle capacità produttive raggiungeva l’87,1% soltanto in luglio, sfiorando la sua media pluriannuale (86,3%).

In seguito all’abbandono della soglia minima di cambio franco/euro, gli imprenditori elvetici attivi nell’industria MEM non sono rimasti con le mani in mano, come mostra un sondaggio realizzato presso 400 società. Quasi sette dirigenti su dieci hanno acconsentito ad abbassare i prezzi durante il primo semestre.

Sono ancora più numerosi (77%) coloro i quali hanno introdotto delle spese in euro al fine di coprire naturalmente i rischi. Degli investimenti nell’innovazione sono stati invece praticati dal 63% delle società.

Queste misure non bastano per rafforzare il morale degli imprenditori interpellati. Più di sei su dieci lamentano per l’anno in corso un calo delle vendite situabile tra il 5% ed il 20%. Sul fronte dei margini, il 52% degli interrogati si aspetta un crollo compreso tra 4% e 15%. Inoltre, il 35% dei dirigenti teme delle perdite operative per il 2015.

Swissmem ammette che durante il periodo in esame le esportazioni verso l’Asia e gli Stati Uniti sono andate bene, con incrementi rispettivi del 5,3% e dell’11,4%. Questi risultati incoraggianti non hanno però potuto controbilanciare la flessione del 5,2% registrata nell’UE, mercato faro dell’industria MEM.


Informazione

Ultima modifica 10.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2015/franco-forte-risultati-industria-mem.html