La disparità salariale resta marcata in Svizzera

Una donna e un uomo sono seduti sui piatti di una grande bilancia disegnata in rosa e azzurro.

(02.09.2015) La disparità salariale tra lavoratori e lavoratrici resta importante in Svizzera. Secondo l’Ufficio federale di statistica (UST), gli impiegati donna hanno guadagnato nel 2012 il 21,3% in meno rispetto ai loro omologhi uomini nel settore privato e il 16,5% in meno nel settore pubblico.

Lo scarto tende comunque a ridursi. Nel 2008 le donne attive nel settore privato ricevevano ancora un salario inferiore di un quarto rispetto a quello degli uomini.

La differenza del 21,3% osservata quattro anni dopo deriva in parte dagli effetti strutturali (livello di formazione, esperienza professionale, status gerarchico, ecc.), sottolinea l’UST. Resta il fatto che più la funzione di quadro è elevata, più il fossato tra i salari è cospicuo.

Sempre nel settore privato, non tutte le lavoratrici sono lese in egual misura: le differenze raggiungono il 34% nella finanza e nelle assicurazioni, mentre cadono all’11% nel settore alberghiero e la ristorazione. Nell’industria metalmeccanica, l’informazione e la comunicazione, il commercio al dettaglio, la sanità e l’assistenza sociale e l’industria chimica, le differenze rappresentano rispettivamente il 25,6%, 23,7%, 19,5%, 18,6% e 14,1%.

Che si tratti di posti pubblici o privati, le disparità salariali inspiegabili superano un terzo del totale. Infatti, ammontano al 38,8% (o CHF 573 al mese) in seno alla Confederazione, ai cantoni e ai comuni.

Nel privato, rappresentano il 40,9%, ovvero CHF 678. Anche in questo caso, i rami fanno registrare forti divari. La quota inspiegabile delle disparità salariali tra uomini e donne ammonta mensilmente a CHF 206 nel settore alberghiero e la ristorazione, le lavoratrici attive nella finanza e assicurazioni – e che presentano lo stesso profilo strutturale dei loro colleghi uomini – guadagnano CHF 1'089 in meno.


Informazione

Ultima modifica 10.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2015/disparita-salariale-svizzera.html