I cioccolatieri svizzeri hanno aumentato la cifra d’affari durante lo scorso anno

Primo piano su dei cioccolatini di vario tipo.

(11.03.2015) Il cioccolato svizzero si è venduto bene lo scorso anno. Nel 2014 sono state smerciate 183'738 tonnellate, in aumento di 4'900 tonnellate rispetto all’anno precedente, secondo Chocosuisse, la federazione dei fabbricanti di cioccolato svizzeri, che raggruppa diciotto imprese.

Il mercato elvetico (-1,4% in volume) così come i principali mercati di esportazione che sono Germania (-14% in volume) e Regno Unito (-9%) mostrano una diminuzione sensibile. Ma l’aumento delle vendite su altri mercati d’esportazione ha permesso di controbilanciare questi risultati. La cifra d’affari totale del settore è progredita del 2,7%, a CHF 1,73 miliardi.

Le vendite all’estero hanno totalizzato 115'474 tonnellate (+5,3%), portando la cifra d’affari a CHF 821 milioni (+3,7%). La parte della produzione totale venduta all’estero è cresciuta nuovamente, passando al 62,8%, contro il 61,2% nel 2013. I mercati asiatici ed americani sono stati particolarmente dinamici. In particolare Canada, Filippine, Emirati Arabi Uniti, Cina, Brasile, Russia e Singapore hanno fatto registrare tassi di crescita a due cifre. 

In Svizzera, il consumo di cioccolato per abitante, calcolato in base alla consumazione indigena (senza polveri), è calata, passando da 12 kg a 11,7 kg nel 2014. La parte di cioccolata d’importazione nel consumo svizzero è nuovamente cresciuta raggiungendo il 37,2% nel 2014. Dal 2000 questa proporzione è quasi raddoppiata.

Ritornando sulla fine del tasso fisso del franco rispetto all’euro, Chocosuisse ha indicato che questa decisione rafforza la pressione dell’importazione sul mercato svizzero e grava l’esportazione. ʺInoltre, lo svantaggio che appesantisce le esportazioni, a causa del prezzo delle materie prime condizionate dalla politica agricola, indebolisce notevolmente la competitivitàʺ, indica la federazione. Per migliorare le condizioni-quadro o per impedirne il peggioramento, Chocosuisse preconizza di concludere accordi di libero scambio supplementari.


Informazione

Ultima modifica 08.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2015/cioccolatieri-svizzeri-cifra-affari.html