Una boccata d’aria per le PMI in aprile

Una mongolfiera multicolore che vola nel cielo.

(17.06.2015) Le piccole e medie imprese industriali svizzere si sono risollevate in aprile. Secondo l’ultima edizione del barometro delle PMI pubblicato da UBS, la situazione delle società rientranti in questa categoria è migliorata a -0,68 punti, contro -1.28 punti in marzo.

Sul fronte delle grandi aziende, il miglioramento è stato ancor più marcato, secondo un altro studio della banca. Il barometro ad hoc mostrava 0.18 punti durante il mese in esame, contro -0,85 punti di marzo.

Ma, qualunque sia la loro grandezza, le società elvetiche sono peggiorate rispetto alla media pluriannuale. Quest’ultima è di 0,13 punti per le PMI e di 0,15 punti per le grandi imprese.

La miglior performance constatata in aprile è innanzitutto da mettere in relazione con l’incremento degli ordini. Il leggero calo della moneta nazionale rispetto all’euro ha pure influenzato il raddrizzamento del barometro, spiegano gli esperti di UBS. I dirigenti d’impresa interrogati lamentano però una domanda estera molto insoddisfacente.

Nell’edilizia, l’andamento degli affari non è evoluto in maniera identica in tutte le imprese al secondo trimestre. Le grandi società hanno visto il loro dinamismo diminuire, mentre i dirigenti delle PMI indicavano una ripresa. Per quanto concerne gli utili, UBS non constata alcuna disparità tra le due categorie.

Il settore dei servizi è stato teatro di un apprezzamento inverso durante il periodo compreso tra aprile e giugno: le piccole e medie imprese mostrano una soddisfazione inferiore a quella delle grandi aziende. Globalmente, la situazione delle società svizzere di questo settore si è rivelata leggermente migliore durante il secondo trimestre.


Informazione

Ultima modifica 08.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2015/boccata-aria-pmi-aprile.html