La Svizzera sempre più campionessa della competitività

Word cloud a forma di lampadina elettrica composta da diverse parole tra le quali spiccano "competitive analysis".

(10.09.2014) La Svizzera resta la campionessa mondiale della competitività. Secondo l’ultimo rapporto globale della competitività pubblicato dal Forum economico mondiale (WEF), il paese si classifica primo per il sesto anno consecutivo, davanti a Singapore ed agli Stati Uniti.

Contrariamente alla Svizzera e a Singapore, il cui risultato è rimasto invariato rispetto allo scorso anno, gli Stati Uniti sono migliorati per il secondo anno consecutivo. Rispettivamente quarta e quinta, la Finlandia e la Germania hanno invece perso entrambe una posizione.

I primi dieci posti della classifica, che raggruppa 144 economie, è completato dal Giappone (che guadagna tre posizioni), Hong Kong e l’Olanda (che restano entrambi stabili), il Regno Unito (che progredisce di una posizione), così come la Svezia (che perde quattro posizioni). Il WEF precisa che i paesi che occupano la testa della classifica hanno in comune eccellenti risultati in materia di formazione, di attrattività e di ritenzione dei talenti, così come una politica d’investimenti che incoraggia l’innovazione.

Per quanto concerne il continente europeo, gli autori della classifica constatano che diversi paesi gravemente toccati dalla crisi economica hanno fatto dei progressi notevoli verso il miglioramento del funzionamento dei loro mercati e le indennità per le risorse produttive. È in particolare il caso della Spagna (35°), del Portogallo (36°) e della Grecia (81°).

Al contrario, diverse economie che non sono ancora pienamente impegnate nel processo di riforma restano confrontate a sfide importanti nell’ambito della competitività. Si possono citare la Francia (23°) e l’Italia (49°).

Sul fronte dei principali paesi emergenti, la classifica mette in evidenza la difficoltà che certi incontrano nel migliorare la propria competitività. Una perdita di velocità è stata osservata sia per l’Arabia Saudita (24°) che per la Turchia (45°), in Sud Africa (56°), in Messico (61°), in India (71°) e in Nigeria (127°). Al contrario, la Cina (28°) rimonta di una posizione.


Informazione

Ultima modifica 07.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2014/svizzera-campionessa-competitivita.html