Rallentamento della crescita in previsione

Un uomo in abito da ufficio è inquadrato lateralmente dalla vita in giù, mentre cammina con una ventiquattrore in mano.

(31.12.2014) La crescita economica elveticadovrebbe rallentare il prossimo anno. Secondo le previsioni congiunturali dellaseconda banca svizzera Credit Suisse, il prodotto interno lordo (PIL) del paesecrescerà dell’1,6% soltanto, contro l’1,8% dell’anno precedente.

Per il 2014 gli esperti della grande bancahanno rialzato le loro previsioni di crescita, che precedentemente eranodell’ordine dell’1,4%. In effetti, la progressione del PIL è stata estremamentesolida (su scala trimestrale) nel periodo di luglio, agosto e settembre.

Questa crescita si fonda però su pochivettori e si fonda su eventi particolari, sottolinea Credit Suisse, il quale citainoltre la sanità ed i cambiamenti legati al nuovo finanziamento ospedaliero.

Mentre la monotonia nella congiuntura europeacontinua a pesare sui settori esportatori svizzeri, l’economia interna staanch’essa vivendo un rallentamento. Gli specialisti prevedono pure unrallentamento globale della crescita nazionale per il 2015.

In questo contesto di scarso dinamismo, loscarto nella produzione non verrà colmato nei prossimi dodici mesi. Ilsottosfruttamento delle capacità non basterà per comportare un calo del tassodi disoccupazione. Gli aumenti salariali si riveleranno piuttosto modesti.

Vista la vivace concorrenza internazionalesui prezzi e la forza del franco, le impresa avranno un margine limitatoinerente la scelta delle loro tariffe. Conseguentemente, la Svizzera dovrebbegodere di un’assenza della pressione inflazionistica. Credit Suisse anticipapoi un leggero rincaro per un breve periodo.


Informazione

Ultima modifica 08.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2014/rallentamento-crescita-previsione.html