Le PMI svizzere risentono sempre più dei crediti non saldati

Dettaglio di una tabella contabile e di uno scontrino sopra i quali è posata una penna e una calcolatrice.

(21.05.2014) Sono sempre di più le imprese elvetiche, PMI in testa, a soffrire a causa dei crediti non saldati. Secondo l'indice europeo dei pagamenti 2014 stabilito da Intrum Justitia, gli importi calcolati perdite e profitti raggiungono CHF 8,3 miliardi, contro i 7,8 miliardi dell'anno precedente.

Quasi il 41% delle società svizzere interpellate nell'ambito di questa inchiesta internazionale mette in risalto i problemi di liquidità che scaturiscono dai pagamenti tardivi. Al momento dell'edizione precedente dell'indice soltanto il 36% si trovava in questa situazione.

Circa il 15% dei dirigenti svizzeri rinuncia ad assumere a causa dei crediti non saldati. Il 10% è poi costretto a licenziare del personale per le stesse ragioni. Gli autori dello studio sottolineano che le piccole e medie imprese sono le più toccate da questa reazione a catena.

Su scala europea, il totale dei crediti calcolati perdite e profitti raggiunge EUR 360 miliardi. In molti paesi, la disoccupazione è fortemente alimentata dai non paganti. In Germania, circa il 35% delle società lamenta conseguenze sui licenziamenti. In Inghilterra, in Spagna ed in Francia, le percentuali rispettive sono del 30%, 28% e 25%. Globalmente sul continente, quattro imprenditori su dieci devono rinunciare ad accrescere i propri effettivi, mentre il 25% è costretto a sopprimere dei posti.

Gli specialisti di Intrum Justitia elencano nel loro studio una serie di raccomandazioni all'attenzione dei dirigenti d'impresa, destinate a migliorare il loro "cash flow" e a prevenire i mancati pagamenti. Consigliano in particolare di stabilire ed applicare delle direttive di credito vincolanti, di sorvegliare ogni tappa del processo di gestione dei crediti, di conoscere bene i clienti e concludere con loro delle convenzioni chiare, o anche di instaurare un sistema di richiami rapido ed efficace.


Informazione

Ultima modifica 12.10.2016

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2014/pmi-svizzere-risentono-crediti-non-saldati.html