Il lavoro temporaneo gode di un’opinione favorevole

Primo piano su una mano intenta a riempire un contratto di lavoro redatto in inglese.

(26.02.2014) Il lavoro temporaneo è meglio percepito in Svizzera che all'estero, sia dai dirigenti che dai dipendenti. Secondo uno studio di Page Personnel, l'85,4% dei reclutatori elvetici ha un'opinione favorevole su questo modo di lavorare, contro l'80,4% su scala internazionale.

Sul fronte degli impiegati, il tasso di soddisfazione raggiunge il 68,2%, mentre ammonta in media al 58,9% soltanto all'estero. L'inchiesta è stata realizzata online presso 13'000 persone nel mondo intero, di cui 905 in Svizzera.

Le motivazioni principali evocate dai dirigenti svizzeri che hanno fatto ricorso a missioni temporanee sono la sostituzione di un impiegato in congedo (49,5%), la compensazione di un aumento improvviso della quantità di lavoro (37,6%) e la necessità di far fronte ad una partenza imprevista (27,5%). Interpellati sui vantaggi di questo tipo di reclutamento, il 90,1% degli imprenditori evoca la flessibilità. Tra le altre risposte vi sono la possibilità di gestire bisogni a breve termine (86,8%), così come l'identificazione dei potenziali candidati per dei posti permanenti (73,5%).

Ammontano all'83% gli impiegati che citano l'aumento della rete professionale per giustificare la loro pratica del lavoro temporaneo. In secondo luogo figura la possibilità di portare avanti un'attività remunerata malgrado una situazione economica incerta (80,1%). Seguono il desiderio di incrementare le proprie competenze professionali (75,5%) ed anche la speranza che questa occupazione provvisoria sfoci in un posto fisso (71,1%). Gli autori dello studio precisano che su scala mondiale questa speranza è ricompensata in un caso su quattro, mentre in Svizzera soltanto in un caso su cinque.

Ultima modifica 07.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2014/lavoro-temporaneo-opinione-favorevole.html