Incremento salariale tra 0 ed 1,8% nel 2015

La punta a freccia della linea crescente di un grafico viene disegnata dal braccio di uomo in camicia e giacca, che appare sulla destra dell'immagine.

(24.12.2014) Gli impiegati elvetici vedranno i loro salari aumentare da 0 all’1,8% nel 2015. Secondo l’associazione mantello sindacale Travail.Suisse, la maggior parte degli aumenti concessi dai dirigenti nel quadro delle negoziazioni salariali sono comunque inferiori all’1%.

Travail.Suisse considera che, vista laprogressione economica prevista per il paese, l’aumento delle remunerazioni siainsufficiente. L’organismo sottolinea in particolare il fatto che i bonificiche superano l’1% e che trainano la media globale verso l’altro sono statiottenuti solo in rari casi.

È nell’industria che il miglioramento deisalari risulta meno soddisfacente, secondo l’associazione. Sul fronte deitrasporti pubblici l’incremento dello 0,2% concesso dai datori di lavoro èanch’esso giudicato molto scarso, così come quello di cui beneficiano icollaboratori dell’amministrazione federale.

Per quanto concerne l’evoluzione delpartenariato sociale, Travail.Suisse indica che la situazione è molto delicatanel settore dell’artigianato. Nell’edilizia, il partenariato è addiritturabloccato a causa della rottura delle negoziazioni da parte dei datori dilavoro.

Tra le rivendicazioni sindacali figura pure laripartizione degli aumenti salariali. Negli ultimi anni, hanno ottenuto unacerta ampiezza solo gli incrementi validi per certi collaboratori.

Sul fronte dei partenariati riusciti,Travail.Suisse cita il contratto collettivo di lavoro negoziato per ipanettieri, pasticceri e cioccolatieri, che entrerà in vigore nel 2015. Questotesto prevede tra l’altro un rialzo salariale minimo fino al 5,9%.L’associazione mantello sindacale è soddisfatta anche dell’aumento dei salariminimi nel settore dei servizi, che è superiore alla media.


Informazione

Ultima modifica 08.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2014/incremento-salariale-2015.html