Il costo del lavoro resta più elevato in Svizzera

Primo piano su delle mani di un uomo che ci mostrano una piramide composta da delle figurine rappresentati degli uomini e delle donne.

(15.10.2014) I costi della manodopera restano particolarmente elevati in Svizzera. Secondo l’Ufficio federale di statistica (UST), rappresentavano in media EUR 51,25 all’ora nel 2012 per i settori secondario e terziario, contro EUR 30,50 in Germania e EUR 34,25 in Francia.

L’ammontare orario che concerne la Svizzera si ottiene applicando il cambio di CHF 1,21 per EUR 1, precisa l’UST. Tiene conto unicamente delle società che impiegano 10 o più dipendenti.

Durante l’anno in esame, i costi della manodopera nei paesi dell’UE15 variavano tra EUR 21,15 (Spagna) ed EUR 39,35 (Danimarca). Ampliando il paragone ai nuovi paesi membri dell’Unione europea, le differenze con la Svizzera sono ancor più nette: solo tre paesi superavano EUR 10, ovvero Malta (EUR 11,75), la Slovenia (EUR 15,60) e Cipro (EUR 16,75).

In terra elvetica, il costo medio del lavoro legato agli stessi due settori ma allargato alle società di tutte le dimensioni, rappresentava CHF 61,30 all’ora nel 2012. Promemoria: questa cifra è costituita da salari e stipendi (79,1%), dai contributi sociali a carico del datore di lavoro (17,6%) e da altri costi come la formazione e l’assunzione (3,3%).

Senza sorprese, l’UST ha constatato delle divergenze a seconda dei settori d’attività. Le cifre più elevate sono state riscontrate nei servizi, con in particolare CHF 93,40 nel settore della finanza e delle assicurazioni, CHF 76,75 nell’informazione e la comunicazione e CHF 75,20 nell’insegnamento.

I costi della manodopera variano pure a seconda della grandezza delle società. Quelle con 50 o più dipendenti offrivano un ammontare orario di CHF 64,50, le imprese che impiegano da 1 a 9 persone pagavano invece CHF 51,30.


Informazione

Ultima modifica 07.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2014/costo-lavoro-elevato-svizzera.html