Cautionnement romand ha sostenuto 204 PMI nel 2013

Primo piano su una tabella contenente delle cifre, due cifre sono cerchiate in rosso e sulla tabella sono posati un paio d'occhiali da lettura e due banconote svizzere da dieci e venti franchi.

(12.03.2014) L'anno passato, 204 piccole e medie imprese situate in cantoni francofoni hanno potuto beneficiare di una spinta. In totale, Cautionnement romand ha assegnato una busta da CHF 33,4 milioni, quindi leggermente inferiore rispetto alla cifra del 2012 (33,5 milioni).

La Coopérative de cautionnement romand-PME ha ricevuto 309 richieste nel 2013, emanate da società ginevrine, vodesi, friborghesi, vallesane e del Canton Neuchâtel. Grazie al sostegno che è stato loro attribuito, le 204 imprese selezionate hanno potuto investire CHF 104 milioni, permettendo di conseguenza di creare o salvaguardare 1'647 posti di lavoro.

Sul totale, il 29% dei dossier accettati concernevano il finanziamento di riprese e trasmissioni di società. Nel 19% dei casi, la manna è servita a coprire delle necessità di tesoreria. La medesima percentuale di imprese l'ha utilizzata per investimenti in macchinari e mobilio, ed il 15% per finanziare degli immobili strumentali. Per il 18% restante, i fondi hanno permesso di creare nuove PMI.

Cautionnement romand è stato creato per facilitare l'accesso ai prestiti bancari per le PMI. La struttura si fa garante in favore di un credito massimo di CHF 500'000. Dalla sua creazione nel luglio 2007, 1'401 società sono state sostenute, per un montante totale di CHF 222,8 milioni.

Al 31 dicembre 2013, 793 piccole e medie imprese beneficiavano di una garanzia per investimenti di CHF 96,4 milioni. Queste società erano attive principalmente nei settori del commercio, dell'industria manifatturiera, così come nel settore alberghiero e della ristorazione.


Informazione

Ultima modifica 11.02.2016

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2014/cautionnement-romand-204-pmi-2013.html