Buona annata 2013 per l’industria MEM

Ritratto di un operaio specializzato davanti ad un macchinario complesso. L'operaio sorride e fa il gesto ok con una mano.

(05.03.2014) Gli attori dell'industria svizzera meccanica, elettrotecnica e metallurgica tirano un bilancio positivo del 2013. L'organizzazione Swissmem osserva un aumento annuo sia delle ordinazioni (+2,3%) che della cifra d'affari (+2,8%) e delle esportazioni (+1,2%).

Iniziata a metà dell'anno, la ripresa si è confermata nel corso dell'ultimo trimestre, dove le entrate di ordinazioni hanno avuto un balzo del 3,7% rispetto al medesimo periodo del 2012. Di conseguenza il tasso di occupazione è ugualmente migliorato: dall' 82,1% nel corso dell'anno, è passato all'83,8% durante gli ultimi tre mesi del 2013.

Per quanto riguarda le cifre d'affari, Swissmem nota un aumento del 5,3% (su ritmo annuo) per il periodo ottobre-dicembre. Le imprese di più di 250 collaboratori sono state il motore di questa crescita, mentre le vendite delle PMI sono evolute di poco.

Sulla totalità dell'anno le società dell'industria MEM hanno esportato prodotti per un valore di CHF 65,4 miliardi. Fatta eccezione per la costruzione di macchinari (-0,2% rispetto al 2012), tutti i settori di attività hanno registrato un aumento di introiti all'estero. I balzi più marcati concernono gli strumenti di precisione (+3,7%).

La domanda di prodotti svizzeri si è evoluta diversamente secondo le regioni del pianeta durante lo scorso anno. La progressione più netta è venuta dagli Stati Uniti (+2,4%), mentre le esportazioni verso l'Unione europea si situano solo allo 0,8%. Quanto alle vendite verso l'Asia, hanno subito una leggera contrazione (-0,2%).


Informazione

Ultima modifica 07.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2014/buona-annata-2013-industria-mem.html