Barometro delle PMI inferiore alla media

Due uomini si danno la mano in un grande deposito, uno dei due è in abiti da lavoro blu scuri mentre l'altro in giacca e cravatta, entrambi portano un casco da cantiere.

(17.09.2014) Il miglioramento è stato di breve durata per le PMI industriali svizzere. Dopo una ripresa in aprile, il barometro UBS delle piccole e medie imprese si è contratto a -0,09 punti all’inizio del mese di luglio, un valore inferiore alla sua media a lungo termine.

Per quanto concerne le grandi società, il raggio di sole è stato altrettanto debole: l’indice in questione è diminuito a -0,02 punti su scala trimestrale. Per l’insieme delle imprese, il barometro è sceso di 0,42 punti, precisa la banca elvetica numero uno.

La situazione economica dei diversi settori d’attività tra il secondo ed il terzo trimestre non è evoluta in maniera omogenea. I rami basati sull’esportazione hanno sofferto, quelli orientati al mercato interno sono invece riusciti a cavarsela.

Le PMI industriali hanno accusato una flessione della produzione, del flusso di ordinativi e della loro situazione reddituale. Malgrado la concentrazione di questi indicatori, i proprietari restano soddisfatti della loro situazione commerciale. Al contrario, la ritenevano insoddisfacente durante i rilevamenti per le ultime edizioni del barometro.

Nelle imprese di servizi, l’andamento degli affari è considerato buono. La domanda interna elevata, così come la situazione reddituale positiva, spiegano questo risultato.

Malgrado le incertezze che le toccano tendano ad aumentare, le piccole e medie imprese del settore dell’edilizia condividono l’ottimismo di quelle dei servizi. Galleggiando su tassi bassi e sull’immigrazione, questo ramo giudica positivamente la propria situazione commerciale, ma negativamente i guadagni.


Informazione

Ultima modifica 07.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2014/barometro-pmi-inferiore-media.html