Successioni aperte per quasi il 12% delle PMI

Ritratto in scorcio di cinque persone in abiti da ufficio disposte in fila indiana.

(28.08.2013) La questione della successione concerne l'11,7% delle PMI elvetiche. Secondo uno studio condotto da Bisnode, 54'953 imprese iscritte al registro di commercio dovranno sostituire di qui a poco i loro proprietari, un associato o un membro del consiglio d'amministrazione.

È in seno alle imprese individuali che si riscontrano più problemi di successione: il 19,3% delle 151'493 società di questa categoria ne sono toccate. Le società anonime seguono con una proporzione del 10,6% (su un totale di 185'385), contro il 4,5% (su 133'280) per le società a responsabilità limitata.

Considerate dal punto di vista della loro ampiezza, le società che presentano il tasso più alto di successioni aperte sono le microimprese (12%), davanti alle piccole imprese (9,6%) ed alle medie imprese (2,5%). In totale, 51'521 società che contano meno di dieci collaboratori devono trovare un nuovo proprietario, associato o amministratore.

I tre cantoni più toccati da questo fenomeno sono Soletta (13,8%), i Grigioni (13,6%) e Berna (13,5%). Dall'altro lato della classifica, Obvaldo è il meno toccato (9,2%), davanti a Zugo (9,5%) e Lucerna (10,1%).

Come per le zone geografiche, nemmeno i settori di attività sono tutti toccati allo stesso modo dai problemi di successione. I servizi informatici, ramo relativamente giovane, ne sono toccati debolmente (6,7%). I settori delle assunzioni, dei servizi alle imprese, ed anche delle holding e delle società d'investimento sono tutti al di sotto della soglia del 10%. La stampa e le edizioni si trovano invece in testa alla classifica con il 16%.


Informazione

Ultima modifica 10.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2013/successioni-aperte-quasi-12-pmi.html