Leggero aumento dei prezzi al consumo in febbraio

La linea rossa di un grafico in crescita è rappresentata dietro a quattro maniglie di distributori di carburante disposte in scorcio.

(20.03.2013) I prezzi sono leggermente aumentati per i consumatori svizzeri nel febbraio 2013. L'indice svizzero dei prezzi al consumo dell'Ufficio federale di statistica (UST) è progredito dello 0,3% rispetto ai mesi precedenti, per raggiungere 98,9 punti (dicembre 2010=100).

L'UST sottolinea che l'aumento dei prezzi al consumo si spiega prima di tutto con il rincaro della benzina, del diesel e della nafta. La fine dei saldi nel campo dell'abbigliamento così come gli aumenti dei prezzi osservati per gli affitti degli alloggi hanno anch'essi contribuito alla progressione globale dei prezzi in febbraio.

I prezzi dei prodotti indigeni hanno registrato un aumento dello 0,1% rispetto a gennaio 2013, mentre quelli dei prodotti importati sono aumentati dell' 1%. In rapporto annuale, i prezzi dei prodotti indigeni hanno ugualmente mostrato una progressione dello 0,1%. Quelli dei prodotti importati sono diminuiti dell' 1,2%.

In particolare, i settori dell'abbigliamento e delle calzature (+3,2%), del trasporto (+1,0%), degli elettrodomestici e della manutenzione corrente (+0,6%), degli altri beni e servizi (+0,6%) così come dell'alloggio e dell'energia (+0,3%) hanno registrato un aumento dei prezzi.

Al contrario, i settori delle bevande alcoliche e del tabacco (-0,5%), dell'alimentazione e delle bevande non alcoliche (-0,3%), del tempo libero e della cultura (-0,2%), così come dei ristoranti e degli hotel (-0,1%) hanno visto una diminuzione dei prezzi. I prezzi nei settori delle comunicazioni e della salute sono invece rimasti costanti in febbraio.


Informazione

Ultima modifica 10.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2013/leggero-aumento-prezzi-consumo-febbraio.html