Leggera flessione dei prezzi in Svizzera

Grafico con tre linee che si intersecano.

(23.01.2013) Il rincaro annuale medio ammonta a -0,7% nel 2012, contro lo 0,2% del 2011, secondo l'Ufficio federale di statistica (UST). Mentre i prezzi dei prodotti svizzeri sono rimasti invariati in media lo scorso anno, quelli dei prodotti importati sono diminuiti del 2,7%.

Nel dicembre 2012, l'indice dei prezzi al consumo ha fatto registrare una flessione dello 0,2% rispetto al mese precedente, andando a raggiungere 98,9 punti (dicembre 2010 = 100). Secondo l'UST, questa diminuzione è dovuta innanzitutto al calo dei prezzi dei medicinali, dei viaggi forfetari, dei prodotti petroliferi e dell'abbigliamento. I trasporti pubblici sono invece diventati più cari.

I prezzi sono diminuiti nel dicembre 2012 nell'abbigliamento e le calzature (-2,3%), un calo legato ai saldi nel 2012. Le bevande alcoliche ed i tabacchi (-1,0%) hanno pure mostrato una flessione dovuta alle offerte promozionali legate ai vini spumanti ed alla birra. Gli elettrodomestici e la manutenzione corrente (-0,7%), il tempo libero e la cultura (-0,5%), la sanità (-0,5%) e l'abitazione e l'energia (-0,1%) hanno anch'essi mostrato una tendenza al ribasso.

Al contrario, i prezzi sono aumentati nell'alimentazione e le bevande analcoliche (+0,3%), in particolare a causa della fine delle vendite promozionali del mese precedente. I trasporti (+0,2%), i ristoranti ed alberghi (+0,2%) e l'insegnamento (+0,2%) hanno anch'essi registrato degli aumenti. Le comunicazioni e gli altri beni e servizi sono invece rimasti stabili.

In generale, i prezzi dei prodotti indigeni hanno subito un incremento dello 0,1% nel dicembre 2012, mentre quelli dei prodotti importati sono diminuiti dell'1,2%.


Informazione

Ultima modifica 10.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2013/leggera-flessione-prezzi-svizzera.html