Il KOF rivede al rialzo le sue previsioni di crescita

Un uomo di cui è inquadrato solo il busto regge davanti a sé un foglio dove sta tracciando la punta di una curva ascendente.

(02.10.2013) Il prodotto interno lordo (PIL) della Svizzera dovrebbe aumentare maggiormente quest'anno e nel 2014 rispetto a quanto aveva precedentemente annunciato il KOF. Secondo le previsioni d'autunno dell'istituto zurighese, la crescita elvetica raggiungerà l'1,9% nel 2013 ed il 2,1% il prossimo anno.

Le ultime stime del centro di ricerche congiunturali riportavano valori rispettivamente all'1,4% e al 2%. Queste percentuali sono state riviste al rialzo in particolare a causa della buona tenuta dell'economia elvetica nonostante la recessione che ha toccato la zona euro. Il dinamismo dovrebbe aumentare ulteriormente alla fine del 2014.

Il KOF prevede un netto aumento (3,7%) degli investimenti nella costruzione per il prossimo anno. Per quanto concerne l'aumento del consumo, questo dovrebbe raggiungere il 2%. L'inflazione aumenterà dal canto suo dello 0,5% dopo una lunga regressione dei prezzi (-0,2% nel 2013).

Nei prossimi mesi, il principale motore della congiuntura dovrebbe essere la domanda estera e non più la domanda interna. La ripresa europea inciterà numerose società a concretizzare gli investimenti accantonati e a dare un colpo di frusta alla produzione. In queste condizioni, le esportazioni svizzere dovrebbero aumentare progressivamente. Sull'insieme del 2014, l'istituto anticipa una progressione del 4,2%.

Il mercato del lavoro dovrebbe trarre vantaggio dal miglioramento congiunturale, pur se con un po' di ritardo. Nel 2014, il tasso di disoccupazione è previsto al 3,1% in media. Questo dato non dovrebbe comunque scendere di molto, dato che i disoccupati presentano sempre meno i profili richiesti nelle offerte di lavoro.


Informazione

Ultima modifica 15.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2013/kof-rivede-rialzo-sue-previsioni-crescita.html