L’industria delle materie plastiche in calo

Due mani giunte a coppa mostrano perline di plastica bianca su di uno sfondo ricoperto dal medesimo materiale.

(05.06.2013) La tendenza al ribasso che ha colpito nel 2011 l'industria svizzera delle materie plastiche non ha invertito la tendenza lo scorso anno. Secondo l'Associazione svizzera delle materie plastiche (ASP), la cifra d'affari del ramo è diminuita nel 2012 del 3,5%, a CHF 15 miliardi.

Il numero di imprese attive in questo settore ha pure subito una flessione, a 828. Per quanto concerne i collaboratori, erano 34'353 lo scorso anno, ovvero lo 0,5%in meno rispetto al 2011. Anche sul fronte della produttività si è registrato un calo: in media, ogni impiegato ha generato dei guadagni di CHF 436'000, che rappresentano una flessione del 3,1%.

L'industria svizzera delle materie plastiche ha trattato nel 2012 circa 812'000 tonnellate di plastica e di caucciù, che rappresentano un calo del 9,8%. Per l'anno in corso, l'ASP si aspetta un miglioramento della congiuntura.

L'anno scorso l'incertezza della zona euro ed il franco forte hanno pesato fortemente sugli affari, ricorda l'ASP. Pur se l'intervento della Banca nazionale svizzera per stabilizzare il tasso di cambio ha reso più facile la pianificazione, le turbolenze vissute dalla zona euro, principale partner commerciale della Svizzera, si sono fatte sentire.

L'associazione mantello evoca inoltre la crescente concorrenza venuta dall'estero con la quale si devono confrontare diverse medie e piccole società di subappalto. La delocalizzazione al di là delle frontiere e le chiusure d'impresa non sono rare.

Tra le altre difficoltà riscontrate dal settore figurano pure i costi galoppanti dell'energia, che colpiscono in particolare le imprese che utilizzano molta elettricità. L'ASP sottolinea poi la difficoltà di attrarre personale, sia a livello degli apprendisti che degli ingegneri.


Informazione

Ultima modifica 10.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2013/industria-materie-plastiche-calo.html