Flessione delle esportazioni al primo trimestre 2013

Magazzino con file ordinate di pacchi e un carrello elevatore.

(15.05.2013) Indebolite da tre giorni feriali in meno rispetto al primo trimestre dello scorso anno, le statistiche delle esportazioni svizzere si sono piegate tra gennaio e marzo 2013. Secondo l'Amministrazione federale delle dogane (AFD), sono comunque migliorate del 3,8% se non si tiene conto di questa differenza.

Durante i primi tre mesi dell'anno in corso, le vendite di prodotti svizzeri all'estero hanno raggiunto un totale di CHF 49,85 miliardi, ovvero lo 0,7% in meno rispetto allo stesso periodo del 2012 (secondo i risultati effettivi). La bilancia commerciale ha invece chiuso il trimestre con un eccedente di CHF 5,9 miliardi.

Prendendo come riferimento i valori corretti dei giorni feriali, quattro dei nove principali rami esportatori svizzeri si sono rafforzati. È l'industria dei generi alimentari, bibite e tabacchi che ha generato il balzo più notevole (+10,6%).

Pur avendo raggiuto il 18% al 1° trimestre 2012, le esportazioni orologiere sono aumentate del 2,4% soltanto tra gennaio e marzo 2013. Un miglioramento ancor più timido è stato riscontrato sul versante dell'industria chimica e farmaceutica (+1,4%), malgrado i buoni risultati dei prodotti immunologici (+7%), dei prodotti agrochimici (+7%) e dei principi attivi (+5%). Gli strumenti di precisione hanno invece generato delle esportazioni in aumento dello 0,8%.

La contrazione più clamorosa riguarda l'industria delle macchine e dell'elettronica, dove le vendite oltre frontiera sono diminuite del 7,6%. Delle flessioni meno marcate sono state registrate nell'industria metallurgica (-7,2%), della carta e delle arti grafiche (-5,2%), dei tessili, dell'abbigliamento e delle calzature (-3,6%), ed anche delle materie plastiche (-2%).

Per quanto concerne le zone geografiche, la Svizzera ha esportato meno verso tutti i continenti, fatta eccezione per l'Africa (+12%) ed il Nord America (+5%). Principale partner commerciale del nostro paese, l'Unione europea ha ridotto i suoi consumi del 2%, mentre l'Asia ha ceduto l'1%.


Informazione

Ultima modifica 10.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2013/flessione-esportazioni-primo-trimestre-2013.html