Anno difficile per le imprese esportatrici

Interno di un deposito con merci impacchettate disposte su alti scaffali.

(12.06.2013) Dopo un anno 2013 al ribasso, le esportazioni svizzere dovrebbero riprendere vigore l'anno prossimo. Secondo le ultime previsioni di economiesuisse, le vendite verso l'estero diminuiranno dello 0,2% quest'anno ma aumenteranno del 3,3% nel 2014.

La Germania, principale partner commerciale della Svizzera, ha cominciato a risentire verso la fine del 2012 degli effetti della crisi dell'euro. Quest'anno, il grande vicino non potrà quindi più compensare, con la Francia ed i Paesi Bassi, la fragilità dei paesi del sud dell'Europa. Globalmente, la zona euro avrà una crescita dello 0,7%, che peserà di rimbalzo sulle imprese esportatrici elvetiche.

Le società che vendono i loro prodotti al di fuori delle frontiere potranno certamente contare sulla forte domanda americana ed asiatica. Rimane però il fatto che questo spostamento del centro di gravità dall'Europa verso altri continenti provocherà dei costi supplementari per gli esportatori.

Tra i settori che necessiteranno di più tempo per riprendersi figurano l'industria del tessile, quella delle macchine, degli equipaggiamenti elettrici e dei metalli. Al contrario, i prodotti innovativi dell'industria chimica e farmaceutica trarranno vantaggio dalla crescente domanda extra-europea. Pure il ramo dell'orologeria continuerà a restare positivo.

Nel 2014, a condizione che la congiuntura europea si stabilizzi, i mercati d'esportazione dovrebbero infine ritrovare dinamismo, anticipa economiesuisse. La Federazione delle imprese svizzere invita comunque i dirigenti ad essere prudenti, ricordando che è già accaduto che una ripresa temporanea fosse percepita troppo frettolosamente come fine della crisi.

L'anno 2013 si presenta sotto i migliori auspici per quanto concerne il mercato interno elvetico, sostenuto da un'importante immigrazione, un incremento dei salari ed i tassi d'interesse ai minimi storici. Alimentato da questo mercato dinamico, il Prodotto interno lordo (PIL) dovrebbe aumentare dell'1%. Nel 2014 la crescita economica svizzera dovrebbe accelerare (+1,5%).


Informazione

Ultima modifica 10.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2013/anno-difficile-imprese-esportatrici.html