La Svizzera centrale in piena forma nel 2010

Asta in cima a cui svetta la bandiera svizzera ripresa dal basso verso l'alto.

(26.12.2012) L'Ufficio federale di statistica (UST) ha da poco pubblicato per la prima volta le stime del prodotto interno lordo (PIL) per ogni cantone e grandi regioni della Svizzera. Secondo le cifre, la Svizzera centrale ha fatto registrare nel 2010 la crescita più forte del paese, ovvero il 6,2%.

Seguono la Svizzera orientale (+4,7%) e la regione del Lemano (+3,7%). Gli eccellenti risultati della Svizzera centrale e della Svizzera orientale sono dovuti principalmente alle buone condizioni dei settori industriali e dei servizi non finanziari in queste regioni, così come da una certa progressione del settore finanziario.

Su scala internazionale, la crescita del PIL ammontava al 3% nel 2010, grazie ad una forte ripresa economica. Questo slancio si è ritrovato sia nel settore secondario che nel terziario. Secondo l'UST, la crescita dei rami costitutivi di questi due settori non è però omogenea e questo spiega i risultati contrastanti a livello cantonale e delle grandi regioni.

Infatti, la regione di Zurigo, che è fortemente esposta al settore finanziario, ha avuto una crescita dell'1,2% soltanto nel 2010. Le altre regioni che si situano al di sotto della media nazionale sono il Nord-ovest della Svizzera (2,2%), il Ticino (2,5%) e lo spazio Mitteland (2,8%).

L'UST ha pure pubblicato i risultati per l'anno 2009, che contrastano fortemente con quelli del 2010. In effetti, l'impatto del deterioramento dell'economia mondiale sui settori esportatori, così come le ripercussioni della crisi finanziaria sulle banche e le assicurazioni, hanno segnato un forte rallentamento in tutte le regioni nel 2009: a livello nazionale, il PIL ha infatti fatto registrare una flessione dell'1,9%.


Informazione

Ultima modifica 10.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2012/svizzera-centrale-piena-forma-nel-2010.html