Il mercato del lavoro si orienta la ribasso

Grafico cartesiano rappresentato tramite una squadra in metallo e alcune matite disposte l'una in coda all'altra a dare forma all'andamento discendente del grafico.

(08.02.2012) Il mercato del lavoro accusa il più forte calo degli ultimi due anni. È quanto indicano i valori trimestrali dell'Adecco Swiss Job Market Index (ASJMI), stabilito dall'Università di Zurigo.

La ricerca di personale nel settore finanziario accusa il calo maggiore, insieme al management e all'industria.Tuttavia, comparando a lungo termine le offerte di lavoro attuali si situano sempre ad un livello elevato. L'indice per l'ultimo trimestre 2011, pur se il più debole dell'anno, supera ancora quello dell'ultimo trimestre dell'anno 2010.

L'unica eccezione tra le regioni toccate è la Svizzera orientale, che risale leggermente (+1%). La regione della grande Zurigo accusa la diminuzione più grande (-8%), ma anche lo spazio Mittelland (-6%), la regione del Lemano (-5%) e la Svizzera nord-occidentale (-5%) sono in calo.

I servizi finanziari e fiduciari fanno registrare il livello più basso di offerte di lavoro degli ultimi anni, con una flessione del 21%. Il calo dell'11% delle offerte nel settore dell'industria e dell'artigianato, ovvero il più forte da due anni a questa parte, è rivelatore. Infatti, il settore della produzione reagisce generalmente in anticipo sulla situazione futura. Questo potrebbe quindi indicare una tendenza negativa per il futuro.

Le offerte di lavoro sono invece aumentate nella medicina ed i servizi sociali (+1%), tecnica ed informatica (+4%) e rimangono stabili nel marketing e nella vendita. L'offerta è sempre importante, addirittura più forte, tra gli insegnanti, ingegneri, tecnici ed informatici.


Informazione

Ultima modifica 09.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2012/mercato-del-lavoro-si-orienta-la-ribasso.html