Leggero calo del consumo in luglio

Donna di schiena che spinge un carrello all'interno di un supermercato.

(05.09.2012) Il consumo medio delle famiglie in Svizzera è leggermente diminuito in luglio rispetto al mese precedente. L'indicatore UBS dei consumi è infatti sceso da 1,59 a 1,55 punti.

Il consumo è rimasto stabile grazie ad un miglioramento del commercio al dettaglio, che ha permesso di contrastare l'importante flessione delle immatricolazioni di nuove autovetture. Il tonfo delle vendite di autovetture era in realtà stato previsto, a causa di una nuova tassa sul CO2 entrata in vigore all'inizio del mese. Questa tendenza non dovrebbe tuttavia proseguire nei mesi seguenti secondo UBS, dato che le previsioni indicano un nuovo livello di immatricolazioni record per l'anno in corso.

L'indicatore dei consumi UBS, a 1,55 punti, si trova praticamente al livello della sua media a lungo termine. Ciononostante, secondo la Segreteria di Stato dell'economia (SECO), l'andamento degli affari nel commercio al dettaglio e la fiducia dei consumatori si situano invece al disotto della loro media a lungo termine.

UBS continua a prevedere una crescita economica solida per il 2012, sostenuta in particolare dal consumo, principalmente nel commercio al dettaglio, ora che i tassi di cambio si sono stabilizzati.


Informazione

Ultima modifica 10.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2012/leggero-calo-del-consumo-in-luglio.html