Incremento delle fatture non pagate in Svizzera

Uomo con testa e braccia appoggiate sopra ad una scrivania cosparsa di fatture.

(16.05.2012) Le imprese svizzere hanno perso CHF 8,8 miliardi nel 2011 a causa delle fatture non pagate dei loro debitori. Per l'Europa, il totale ammonta a EUR 340 miliardi, secondo uno studio della società di riscossione Intrum Justitia.

Le cifre dell'ultimo "European Payment Index" di Intrum Justitia sfiorano il record fatto registrare nel 2010, che ammontava a CHF 9 miliardi. In totale, il tasso di crediti irrecuperabili ammonta all'1,8% in Svizzera.

Questo tasso sale al 2% in Germania, con il livello più basso dal 2008 ed i calo del 17% rispetto allo scorso anno, contro il 5,9% in Grecia (+20% su scala annuale). La Gran Bretagna ha invece visto la sua proporzione di crediti irrecuperabili aumentare del 9%, andando a stabilirsi al 3,5%. In maniera simile, il Portogallo, la Polonia e l'Ungheria hanno avuto degli incrementi rispettivamente del 13%, del 14% e del 17%.

Se più di un terzo delle imprese svizzere interpellate (38%) afferma di riscontrare problemi di liquidità, tasso simile alla Finlandia (37%), questa proporzione raggiunge il 96% in Grecia. La media europea invece ammonta al 57%, in aumento del 10% rispetto all'anno precedente.

La scadenza delle fatture è invece passata da 36 giorni a 32 giorni nella media europea. Il ritardo medio nei pagamenti ammonta però ancora a 20 giorni.


Informazione

Ultima modifica 09.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2012/incremento-delle-fatture-non-pagate-in-svizzera.html