Le imposte restano stabili in Svizzera

Piano ravvicinato di documenti per la dichiarazione dei redditi.

(18.07.2012) Le imposte delle imprese si sono mantenute ad un livello stabile in Svizzera nel 2012. Sono addirittura diminuite in certe regioni, secondo uno studio di BAK Basel Economics che analizza le politiche fiscali di 19 cantoni svizzeri.

Mentre 16 cantoni hanno stabilizzato o ridotto le imposte per le imprese e gli impiegati altamente qualificati, solo un cantone ha aumentato le imposte per le società e tre quelle degli impiegati altamente qualificati.

Nidvaldo resta il cantone dalla fiscalità più vantaggiosa per le imprese, con un onere fiscale medio del 10,6%. L'onere fiscale a Lucerna è passato dal 13,9% al 10,6% nel 2012. Seguono i cantoni di Appenzello Esterno (10,8%), Obvaldo (11,1%), Svitto (11,6%) e Zugo (12,8%). I cantoni romandi si classificano molto più lontano, con il Vallese al 16° posto (19,6%), Vaud al 17° posto (19,7%) e Ginevra al 19° posto (21,4%).

Tra i cantoni presi in considerazione per lo studio, Ginevra è quindi quello il cui onere fiscale per le imprese è più elevato, subito dopo Basilea città (20.2%), pur se il tasso d'imposizione è rimasto stabile a Ginevra tra il 2011 ed il 2012 ed è invece diminuito leggermente a Basilea città.

La politica fiscale dei cantoni svizzeri resta molto concorrenziale su scala internazionale. Solo Hong Kong fa di meglio, con un onere fiscale medio per le imprese del 9,7%. Inoltre, la Svizzera è l'unico paese che è riuscito a ridurre il suo debito dal 2007, data dell'inizio della crisi finanziaria.


Informazione

Ultima modifica 09.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2012/imposte-restano-stabili-in-svizzera.html