Forte calo delle ordinazioni di macchine "Swiss made"

Piano ravvicinato in obliquo di un macchinario per trapanazione.

(21.11.2012) La situazione nell'industria metalmeccanica ed elettrica svizzera (MEM) è preoccupante. Le ordinazioni sono diminuite del 7,8% durante i primi nove mesi del 2012 rispetto all'anno scorso, secondo Swissmem.

Durante lo stesso periodo, le esportazioni sono calate del 5,9%. Questa flessione ha toccato tutte le principali categorie di prodotti, in particolare la costruzione di macchine (-12%), la metallurgia (-8%), l'elettrotecnica e l'elettronica (-4,1%) così come gli strumenti di precisione (-0,2%).

Le esportazioni sono diminuite verso la maggior parte delle regioni. L'Unione europea (UE) ha fatto segnare un calo medio significativo del 6,4%. L'Italia (-9,6%) e la Francia (-9,6%) hanno mostrato cali considerevoli. La situazione non è molto più favorevole per le esportazioni verso l'Asia, che sono diminuite del 13,8% ed hanno fatto segnare un tonfo del 36,8% verso la Cina. Solo le vendite agli Stati Uniti sono in leggero aumento (+4,4%).

Le cifre d'affari sono invece cresciute dell'1,8% nel corso dei primi tre mesi del 2012 rispetto all'anno precedente. Swissmem spiega che il contrasto tra questo incremento e il calo subito dalle esportazioni proviene in realtà dalla maniera di calcolare le statistiche: le cifre dell'esportazione, compilate dalla Confederazione, riflettono soltanto i beni esportati e non i servizi, mentre le cifre d'affari comprendono entrambe le categorie. Ed i servizi, come ad esempio i lavori di manutenzione, hanno assunto un'importanza considerevole nell'industria MEM. Questo tipo di prestazione dipende meno dall'ambiente congiunturale rispetto ai beni d'investimento.

Per Swissmem, le difficoltà incontrate dall'industria MEM dovrebbero persistere nei prossimi mesi, date le previsioni congiunturali nei principali mercati e l'influenza nefasta del franco forte.


Informazione

Ultima modifica 10.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2012/forte-calo-ordinazioni-macchine-swiss-made.html