Diminuzione dei prezzi alla produzione e all’importazione nel 2011

Interno di una fabbrica dove un operaio verifica una linea di produzione.

(25.01.2012) I prezzi alla produzione e all'importazione sono diminuiti dello 0,9% nel 2011 rispetto all'anno precedente, secondo l'Ufficio federale di statistica (UST). Dopo un leggero aumento tra gennaio ad aprile 2011, seguito da diminuzioni importanti tra maggio e novembre, i prezzi sono infine risaliti in dicembre.

Numerose categorie di prodotti hanno subito un calo dei prezzi, in particolare i prodotti chimici e farmaceutici, i computer, le apparecchiature elettriche e le macchine. Al contrario, gli aumenti più sostanziali hanno toccato i prodotti petroliferi e metallici, ma anche il gas.

Nel dicembre 2011, l'indice dei prezzi alla produzione e all'importazione ha fatto segnare un incremento dello 0,3% rispetto al mese precedente, andando a raggiungere 97,7 punti (dicembre 2010 corrisponde a 100 punti). I prezzi sono aumentati dello 0,2% per i prodotti indigeni. In particolare, i prodotti petroliferi, il latte crudo, i bovini da macello, i prodotti di falegnameria per edilizia, così come l'acciaio, sono rincarati.

Per le arti e mestieri e l'industria, il livello dei prezzi dei prodotti indigeni è aumentato dello 0,4%, mentre quello dei prodotti importati è cresciuto solo dello 0,1%. Rispetto a dicembre 2010, il livello dei prezzi dei prodotti esportati è diminuito fortemente (-4,0%) se paragonato a quello del mercato indigeno (-0,3%).

I prezzi dei prodotti importati sono invece aumentati dello 0,5% rispetto a novembre 2011, in particolare a causa del rincaro del petrolio e dei prodotti petroliferi. All'inverso, una diminuzione dei prezzi è stata constatata per gli agrumi, l'acciaio fino, i tubi in acciaio, l'acciaio lavorato, l'alluminio ed i prodotti in alluminio. 


Informazione

Ultima modifica 09.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2012/diminuzione-prezzi-produzione-e-importazione-nel-2011.html