Crescita record delle esportazioni svizzere

Interno di un magazzino con merci imballate in scatole di cartone eun carrello elevatore.

(24.10.2012) Il commercio estero svizzero ha fatto registrare la sua crescita più forte da tre anni a questa parte durante il terzo trimestre 2012. Secondo l'Amministrazione federale delle dogane (AFD), le esportazioni sono cresciute del 5,1% e le importazioni del 2,3% su scala annuale.

L'AFD sottolinea comunque che è l'aumento dei prezzi, piuttosto che quello dei volumi, che ha avuto un ruolo preponderante in questa progressione record del commercio estero. La bilancia commerciale ha infatti chiuso il trimestre a CHF 6,5 miliardi.

Per quanto concerne le esportazioni, l'industria chimica e farmaceutica ha da sola contribuito per il 90% alla crescita registrata al 3° trimestre. L'incremento dell'orologeria ha rallentato attestandosi all'8,2%. Quella degli strumenti di precisione ha raggiunto il 4,7%. Al contrario, l'insieme degli altri rami esportatori ha fatto segnare risultati negativi.

Le vendite all'esportazione sono aumentate verso tutti i continenti, con il Nord America (+17%) in testa, seguito dall'Oceania e dall'America latina (+10% ciascuno). La domanda proveniente dall'Europa, principale sbocco della Svizzera, è aumentata del 3%.

L'incremento delle importazioni si basa fondamentalmente sull'aumento dei prezzi dei prodotti energetici. Le importazioni degli altri rami sono aumentate debolmente: i beni di consumo mostrano una progressione del 2,3% ed i beni d'investimento dell'1,7%. Le materie prime ed i semi-prodotti sono invece in diminuzione.


Informazione

Ultima modifica 10.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2012/crescita-record-delle-esportazioni-svizzere.html